Archivio di: gennaio 2007

  • Gli archi dei Filarmonici di Berlino, tra gli ensemble più importanti del mondo, festeggiano il quarantennale de I Concerti della Normale. Stasera, lunedì 29 gennaio, al Teatro Verdi di Pisa. Carlo De Incontrera parla dell’appuntamento e della “salute” della musica che lui ama.

    La Normale e la musica: 40 anni di concerti

    Gli archi dei Filarmonici di Berlino, tra gli ensemble più importanti del mondo, festeggiano il quarantennale de I Concerti della Normale. Stasera, lunedì 29 gennaio, al Teatro Verdi di Pisa. Carlo De Incontrera parla dell’appuntamento e della “salute” della musica che lui ama.

    Leggi il resto...

  • Siena, Complesso Museale Santa Maria della Scala, Palazzo Squarcialupi, Piazza del Duomo, 2, 8 dicembre 2006-11 marzo 2007. Siena rende omaggio a Cesare Brandi e Luigi Magnani. Con una mostra che, tramite le loro collezioni, offre l’opportunità di comprenderne la personalità e la comune passione per l’arte. In tutte le sue forme.

    La passione e l’arte. Cesare Brandi e Luigi Magnani collezionisti

    Siena, Complesso Museale Santa Maria della Scala, Palazzo Squarcialupi, Piazza del Duomo, 2, 8 dicembre 2006-11 marzo 2007. Siena rende omaggio a Cesare Brandi e Luigi Magnani. Con una mostra che, tramite le loro collezioni, offre l’opportunità di comprenderne la personalità e la comune passione per l’arte. In tutte le sue forme.

    Leggi il resto...

  • Franco Battiato fa cinema, da qualche anno. E lo fa alla sua maniera, puntando tutto sulla soddisfazione di se stesso, del suo senso estetico, affidando al linguaggio cinema la ricerca di nuove possibilità espressive. Ai Venerdì del Direttore l’artista siciliano ribadisce la sua volontà di andare oltre la ricerca del consenso di massa. Il video streaming della conferenza (WMV) L’intervista di Battiato al TG3 (WMV)

    Il cinema come intrattenimento? No grazie

    Franco Battiato fa cinema, da qualche anno. E lo fa alla sua maniera, puntando tutto sulla soddisfazione di se stesso, del suo senso estetico, affidando al linguaggio cinema la ricerca di nuove possibilità espressive. Ai Venerdì del Direttore l’artista siciliano ribadisce la sua volontà di andare oltre la ricerca del consenso di massa. Il video streaming della conferenza (WMV) L’intervista di Battiato al TG3 (WMV)

    Leggi il resto...

  • Roma, Museo del Corso. Via del Corso, 320, 14 novembre-25 febbraio 2007. Veneziano di nascita, ma innamorato di Roma. Giovan Battista Piranesi immortala la Roma splendida e disastrata del settecento. Tra realtà e finzione. In un percorso di 130 opere.

    La Roma di Piranesi. La città del Settecento nelle Grandi Vedute.

    Roma, Museo del Corso. Via del Corso, 320, 14 novembre-25 febbraio 2007. Veneziano di nascita, ma innamorato di Roma. Giovan Battista Piranesi immortala la Roma splendida e disastrata del settecento. Tra realtà e finzione. In un percorso di 130 opere.

    Leggi il resto...

  • Forlì, Musei San Domenico, 14 gennaio-24 giugno 2007 “Aby Warburg quando, all’inizio del Novecento, vide per la prima volta il Pergolato e la Visita di Silvestro Lega, rimase colpito dalle affinità “[…]non con il misticismo nazareno o altre cose del genere ma direttamente con le predelle del Quattrocento toscano”.

    Silvestro Lega-I Macchiaioli e il Quattrocento

    Forlì, Musei San Domenico, 14 gennaio-24 giugno 2007 “Aby Warburg quando, all’inizio del Novecento, vide per la prima volta il Pergolato e la Visita di Silvestro Lega, rimase colpito dalle affinità “[…]non con il misticismo nazareno o altre cose del genere ma direttamente con le predelle del Quattrocento toscano”.

    Leggi il resto...

  • Ed. Citta’ aperta, pp. 537 È uscito nelle librerie il volume “Nuovo Planetario Italiano. Geografia e antologia della letteratura della migrazione in Italia e in Europa”, a cura di Armando Gnisci. Il prof. Gnisci, che insegna Letterature Comparate all’Università “La Sapienza” di Roma, nel saggio introduttivo fa notare come molto recentemente siano apparsi i segni di canonizzazione della letteratura migrante in italiano da parte della nostra cultura letteraria ufficiale.

    A cura di Armando Gnisci-Nuovo Planetario Italiano. Geografia e antologia della letteratura della migrazione in Italia e in Europa.

    Ed. Citta’ aperta, pp. 537 È uscito nelle librerie il volume “Nuovo Planetario Italiano. Geografia e antologia della letteratura della migrazione in Italia e in Europa”, a cura di Armando Gnisci. Il prof. Gnisci, che insegna Letterature Comparate all’Università “La Sapienza” di Roma, nel saggio introduttivo fa notare come molto recentemente siano apparsi i segni di canonizzazione della letteratura migrante in italiano da parte della nostra cultura letteraria ufficiale.

    Leggi il resto...

  • Ed. Bollati Boringhieri, pp.128 Traduzione di Marina Magnani. La prima pagina di una storia nuova e aperta, che emerge dal confronto e dall’integrazione tra mondi e discipline differenti.

    Bernard Bailyn-Storia dell’Atlantico

    Ed. Bollati Boringhieri, pp.128 Traduzione di Marina Magnani. La prima pagina di una storia nuova e aperta, che emerge dal confronto e dall’integrazione tra mondi e discipline differenti.

    Leggi il resto...

  • Ed. Bollati Boringhieri, pp. 176 L’orecchio affinato di Mengaldo coglie le innumerevoli modulazioni della vita offesa attraverso l’analisi di pagine di Levi, Adorno, Arendt, Wiesel, Kertész.

    Pier Vincenzo Mengaldo-La vendetta è il racconto.Testimonianze e riflessioni sulla Shoah

    Ed. Bollati Boringhieri, pp. 176 L’orecchio affinato di Mengaldo coglie le innumerevoli modulazioni della vita offesa attraverso l’analisi di pagine di Levi, Adorno, Arendt, Wiesel, Kertész.

    Leggi il resto...

  • Ed.Mobydick, pp.256 Incontriamo Renato Nisticò, direttore del settore letterario della Biblioteca della Scuola Normale, a proposito del suo ultimo libro, L’Arcavacante, storia di anarchici, lupi e ragazzi, pubblicatonell’Ottobre 2006.

    Renato Nisticò-L’Arcavcante, storia di anarchici, lupi e ragazzi.

    Ed.Mobydick, pp.256 Incontriamo Renato Nisticò, direttore del settore letterario della Biblioteca della Scuola Normale, a proposito del suo ultimo libro, L’Arcavacante, storia di anarchici, lupi e ragazzi, pubblicatonell’Ottobre 2006.

    Leggi il resto...

  • Ed.Bruno Mondadori, pp.256 Alla fine degli anni Cinquanta e negli anni Sessanta l’India diventò meta di viaggio di molti scrittori, poeti, musicisti e personaggi famosi come i Beatles, che ne fecero per un certo tempo e in modo discutibile un punto di riferimento». Così Rossana Dedola, ricercatrice di Lettere alla Normale, scrive introducendo il suo libro, edito da Bruno Mondadori.

    Rossana Dedola-La valigia delle Indie e altri bagagli. Racconti di viaggiatori illustri

    Ed.Bruno Mondadori, pp.256 Alla fine degli anni Cinquanta e negli anni Sessanta l’India diventò meta di viaggio di molti scrittori, poeti, musicisti e personaggi famosi come i Beatles, che ne fecero per un certo tempo e in modo discutibile un punto di riferimento». Così Rossana Dedola, ricercatrice di Lettere alla Normale, scrive introducendo il suo libro, edito da Bruno Mondadori.

    Leggi il resto...

  • Il cantautore siciliano sarà il protagonista di un incontro dedicato al cinema e racconterà la sua attività e le sue scelte di regista venerdì prossimo, per i Venerdì del Direttore della Normale.

    Il linguaggio cinema di Franco Battiato

    Il cantautore siciliano sarà il protagonista di un incontro dedicato al cinema e racconterà la sua attività e le sue scelte di regista venerdì prossimo, per i Venerdì del Direttore della Normale.

    Leggi il resto...

  • Gao Xingjian, lo scrittore cinese premio Nobel per la Letteratura nel 2000,è stato ospite dei Venerdì del Direttore della Scuola Normale Superiore lo scorso 22 dicembre. Nel colloquio con Renata Pisu ha parlato della necessità per l’Occidente di abbandonare schemi e strumenti ormai abusati per ripartire affrontando il ventunesimo secolo con un nuovo modo di pensare e fare arte. Il video streaming della conferenza Servizio su RAI news 24 (WMV)

    Gao Xingjian: «un nuovo pensiero occidentale per il ventunesimo secolo»

    Gao Xingjian, lo scrittore cinese premio Nobel per la Letteratura nel 2000,è stato ospite dei Venerdì del Direttore della Scuola Normale Superiore lo scorso 22 dicembre. Nel colloquio con Renata Pisu ha parlato della necessità per l’Occidente di abbandonare schemi e strumenti ormai abusati per ripartire affrontando il ventunesimo secolo con un nuovo modo di pensare e fare arte. Il video streaming della conferenza Servizio su RAI news 24 (WMV)

    Leggi il resto...