Archivio di: marzo 2008

  • Il film come strumento di conoscenza. Uno strumento che Francesco Rosi ha utilizzato per raccontare l’Italia, i suoi mali atavici come la criminalità diffusa nel meridione, le sue contraddizioni più profonde come i tanti delitti e le tante stragi irrisolte del paese. Il regista napoletano, ottantacinquenne, recente vincitore dell’Orso d’oro alla carriera al festival del cinema di Berlino, ha ripercorso le tappe della propria esperienza di cineasta, dal dopoguerra a oggi, ai Venerdì del direttore della Normale.

    Quando il cinema è più vero della realtà

    Il film come strumento di conoscenza. Uno strumento che Francesco Rosi ha utilizzato per raccontare l’Italia, i suoi mali atavici come la criminalità diffusa nel meridione, le sue contraddizioni più profonde come i tanti delitti e le tante stragi irrisolte del paese. Il regista napoletano, ottantacinquenne, recente vincitore dell’Orso d’oro alla carriera al festival del cinema di Berlino, ha ripercorso le tappe della propria esperienza di cineasta, dal dopoguerra a oggi, ai Venerdì del direttore della Normale.

    Leggi il resto...

  • Un sito archeologico di fondamentale importanza. Rocavecchia, sulla costa adriatica della Puglia, è stata città più volte distrutta e ricostruita, in grado di restituire interessanti reperti risalenti all’età del Bronzo medio e del Bronzo finale(XV-XI secolo a.C.). Ne ha parlato alla Normale di Pisa, per i seminari del Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico, Riccardo Guglielmini.

    Rocavecchia e il mondo miceneo

    Un sito archeologico di fondamentale importanza. Rocavecchia, sulla costa adriatica della Puglia, è stata città più volte distrutta e ricostruita, in grado di restituire interessanti reperti risalenti all’età del Bronzo medio e del Bronzo finale(XV-XI secolo a.C.). Ne ha parlato alla Normale di Pisa, per i seminari del Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico, Riccardo Guglielmini.

    Leggi il resto...

  • Datata intorno al 400 a.C., trafugata nel 1988 da un contadino-tombarolo e poi rivenduta al mercato nero delle opere d’arte, il 10 Marzo 2008 è tornata al centro di un seminario organizzato dal “Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico” della Scuola Normale di Pisa, da titolo “Demetra a Morgantina”.

    Demetra a Morgantina: il santuario di S. Francesco Bisconti e la dea Getty

    Datata intorno al 400 a.C., trafugata nel 1988 da un contadino-tombarolo e poi rivenduta al mercato nero delle opere d’arte, il 10 Marzo 2008 è tornata al centro di un seminario organizzato dal “Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico” della Scuola Normale di Pisa, da titolo “Demetra a Morgantina”.

    Leggi il resto...

  • I Colloqui della Classe di Scienze tornano il 30 aprile 2008 alle 15 in Sala degli Stemmi nel Palazzo della Carovana in piazza dei Cavalieri a Pisa. Ospite Hendrik W. Lenstra, docente di matematica dell’Università di Leiden, che terrà una conferenza dal titolo Escher and the Droste effect, a proposito delle strutture matematiche sottese alla litografia di Escher, Print Gallery.

    Leggere Escher attraverso i modelli matematici

    I Colloqui della Classe di Scienze tornano il 30 aprile 2008 alle 15 in Sala degli Stemmi nel Palazzo della Carovana in piazza dei Cavalieri a Pisa. Ospite Hendrik W. Lenstra, docente di matematica dell’Università di Leiden, che terrà una conferenza dal titolo Escher and the Droste effect, a proposito delle strutture matematiche sottese alla litografia di Escher, Print Gallery.

    Leggi il resto...