Andrea Giardina e l’epoca tardo antica. Mercoledì 8 novembre

Vi racconto la scoperta che mi ha cambiato la vita“. Per il quarto anno tornano le conferenze di divulgazione scientifica della Scuola Normale, organizzate nell’ambito del progetto VIS (responsabile Andrea Ferrara, coordinatore Marcos Valdes). Un ciclo di appuntamenti con personalità di primo piano della scienza italiana, molto apprezzato per l’approccio quasi “informale” e la capacità degli oratori di trasmettere al pubblico la passione per la ricerca.

Il primo a inaugurare la nuova serie, l’8 novembre (la formula prevede una conferenza al mese, ogni secondo mercoledì, sempre alle 17.30 nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana) è lo studioso di Storia romana Andrea Giardina. Presidente del Comité international des sciences historiques, accademico dei Lincei, professore ordinario alla Normale, Giardina racconterà un periodo molto controverso, l’epoca tardo antica: età di decadenza della civiltà classica o cultura dotata di una propria originalità e identità?

Nella bibliografia di Andrea Giardina questi concetti sono stati esplorati nel saggio Esplosione di Tardoantico, ‘Studi storici’ 1999, recentemente tradotto in inglese in Av. Cameron (ed.), Late Antiquity on the Eve of Islam, Farnham 2013. Per Laterza è in corso di pubblicazione a cura del prof. Giardina una Storia mondiale dell’Italia.

Pisa, 31 ottobre 2017