Caro Dolfi, ho dimandate alcune camice rosse… Firmato Garibaldi

I fondi in dotazione all’Archivio della Domus Mazziniana sono 19 (Giosafatte Baroni, Alessandro Belli, Andrea Giulio Belloni, Alfredo Bottai, Vincenzo Brusco e Lina Brusco, Gustavo Chiesi, Giuseppe Dolfi, Raffaele Foa, Arcangelo Ghisleri, Augusto Mancini, Carlo Mileti, famiglia Nathan, Vittorio Parmentola, Filippo Spatafora, Ezio Tongiorgi, Aglauro Ungherini, Mario Vinciguerra, Oliviero Zuccarini) incluso naturalmente il fondo Giuseppe Mazzini. Sono adesso nuovamente disposti negli scaffali della “Sala Bonaini” (per prenotare rivolgersi al Centro Archivistico della Scuola Normale, 050-509047, centroarchivistico@sns.it).

Tra le carte si ritrovano tantissime lettere di personalità della storia italiana. Ecco due esempi presentati quest’oggi nella Sala del Ballatoio del Palazzo della Carovana, a Pisa.

garibaldiCaro Dolfi,

ho dimandate alcune camice rosse alle signore Italiane incaricandole di inviarle a voi.
Ditemi se non avete difficoltà di riceverle.                                    

                                                             Vostro sempre, G. Garibaldi

Castelfranco, 3 luglio 1867

——————————————————————————————————————-

mussoliniLosanna, mercoledì sera, ore 6 ½

Egregio Professore,

venerdì della settimana scorsa le ho spedito la trascrizione unitamente all’originale e una mia lettera. Non ho ricevuto notizie, né sì né no, se il manoscritto le è giunto. Favorisca rispondermi affinché, se trattasi di disguido postale o di abuso poliziesco alla frontiera (non è la prima volta) si possano fare le pratiche del caso.

Nell’attesa di un suo cenno di riscontro, distintamente la saluto. Suo sempre

                                                                                                         Benito Mussolini

(Lettera ad Arcangelo Ghisleri, 9 novembre 1904)