ERC finanza un progetto italiano per la ricerca in Fisica Teorica Fondamentale

Il progetto, che sarà coordinato dal Prof. Sergio Ferrara, è uno dei quattro selezionati dall’Erc in tutta Europa in questo campo di studio. In totale gli Advanced Grants che verranno finanziati dall’ERC nell’ambito della Fisica e dell’Ingegneria sono 105, scelti su un totale di circa 1000 proposte. Nel team Augusto Sagnotti (nella foto) docente di Fisica Teorica alla Scuola Normale Superiore.

L’Erc – European Research Council – ha reso noti i risultati degli Advanced Grants per quanto riguarda il settore della Fisica e dell’Ingegneria. Dei 997 progetti presentati, il Consiglio Scientifico ne ha selezionati 105, che verranno finanziati. Fra questi soltanto nove verranno portati avanti in strutture di ricerca italiane e soltanto quattro, di cui uno solo in Italia, sono relativi al settore della Fisica Teorica Fondamentale.

Il progetto italiano sarà coordinato dal Prof. Sergio Ferrara – nella foto a sinistra – (Senior Staff Member del CERN, Distinguished Professor of Physics a UCLA e Senior Research Associate ai Laboratori Nazionali di Frascati dell’INFN). Sergio Ferrara è uno dei maggiori fisici teorici che a livello mondiale si occupano da anni di interazioni fondamentali. A lui si deve la teoria supersimmetrica di Yang-Mills, alla base dei tentativi di estensione del Modello Standard che verranno presto a confrontarsi con la nuova generazione di esperimenti al CERN, e la supergravità, la generalizzazione supersimmetrica della teoria della Relatività di Einstein. Il team di ricerca comprende altri otto ricercatori, tra i quali Augusto Sagnotti, professore ordinario alla Scuola Normale Superiore di Pisa, e Massimo Porrati, professore ordinario alla New York University, Marie Curie Chair nel triennio 2005-2007 e frequente visitatore della Scuola Normale, entrambi vincitori in passato del Premio SIGRAV della Società Italiana di Relatività Generale e Fisica della Gravitazione. La Scuola Normale ospiterà inoltre per un triennio un ricercatore esterno finanziato dal progetto, i cui fondi saranno gestiti centralmente dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Fanno parte del team di ricerca, oltre a Sergio Ferrara, Augusto Sagnotti e Massimo Porrati, Massimo

Bianchi, docente all’Università di Roma “Tor Vergata” e i ricercatori Anna Ceresole dell’INFN di Torino, Stefano Bellucci dell’INFN-LNF di Frascati, Francisco Morales dell’INFN Roma II, Carlo Angelantonj dell’Università di Torino e Gianguido Dall’Agata dell’Università di Padova.

Il titolo del progetto selezionato per il finanziamento dell’ERC è “Supersymmetry, Quantum Gravity and Gauge Fields”. Gli argomenti proposti sono legati ad una serie di aspetti fondamentali della fisica dei buchi neri, della Teoria delle Stringhe e della Teoria dei Campi di Spin Elevato. Il progetto è stato definito, nell’ambito della valutazione del Consiglio Scientifico dell’European Research Council “ambitious multipronged attack towards the most difficult questions in modern high energy physics”.

Scopo del progetto è contribuire a chiarire il significato della Teoria delle Stringhe esplorandone le conseguenze in situazioni estreme. Queste includono casi in cui la gravitazione è molto intensa, come nei buchi neri, e altri in cui le energie in gioco in processi d’urto sono tanto elevate da rivelare il ruolo delle elusive simmetrie di spin elevato. Lo studio dei Campi di Spin Elevato è attualmente perseguito in modo intenso alla Scuola Normale Superiore di Pisa da un gruppo che comprende anche il Dr. Per Sundell, il Dr. Nicolas Boulanger, il perfezionando Andrea Campoleoni e Carlo Iazeolla, che ha terminato da poco il Dottorato di Ricerca presso l’Università di Roma “Tor Vergata” sotto la supervisione del Dr. Per Sundell e del Prof. Augusto Sagnotti.


Augusto Sagnotti è professore ordinario di Fisica Teorica alla Scuola Normale dal 2005. Si è occupato di quantizzazione del campo gravitazionale, di Teoria delle Stringhe, di Teorie Conformi e di campi di gauge di spin elevato. E’ stato professore visitatore presso numerose istituzioni internazionali e coordinatore nazionale e/o europeo di diversi contratti HPRN e INTAS. Ha ricevuto il premio Carosio dell’Universita’ di Roma “La Sapienza” nel 1979, una Miller Fellowship da U.C. Berkeley nel 1984, il Premio SIGRAV nel 1994 ed è stato Andrejewski Lecturer alla Humboldt Universitat di Berlino nel 1999.



Massimo Porrati
(nella foto a sn) è professore ordinario di Fisica Teorica alla New York University. E’ stato professore visitatore presso numerose istituzioni internazionali, e si è occupato di Teoria delle Stringhe, di teorie supersimmetriche, di proprietà infrarosse del campo gravitazionale e di campi di gauge di spin elevato. Ha ricevuto il Premio SIGRAV nel 1998.