Il libro di Giulia Ammannati sarà presentato ai Musei Civici di Padova

Il libro di Giulia Ammannati: “Pinxit industria docte mentis. Le iscrizioni di Virtù e Vizi dipinte da Giotto nella Cappella degli Scrovegni” (Le Edizioni della Normale, pp.96 + 50 immagini) sarà presentato mercoledì 15 novembre alle ore 17 presso i Musei Civici (Sala del Romanino) attigui alla Cappella degli Scrovegni a Padova; interverranno il direttore della Cappella, dott. Davide Banzato; il professor Salvatore Settis; la prof.ssa Francesca Flores d’Arcais; la dott.ssa Francesca Capanna dell’Istituto superiore per la conservazione ed il restauro di Roma.

Le eleganti iscrizioni poetiche in latino, poste a corredo delle allegorie di Vizi e Virtù furono concepite per illustrare allo spettatore la complessa simbologia delle personificazioni dei sette Vizi e delle sette Virtù che corrono lungo il registro inferiore delle pareti laterali della celebre Cappella affrescata da Giotto. Deperite nel corso dei secoli e sinora decifrate solo in piccola parte, queste didascalie vengono riportate alla luce quasi integralmente in questa pubblicazione.

Affascinante documento letterario del cosiddetto preumanesimo padovano, i testi riemersi si rivelano fondamentali per la comprensione delle figure dipinte, fornendo una chiave di lettura finalmente certa delle intenzioni che guidarono Giotto nel concepimento delle sue mirabili allegorie.

Pisa, 03 novembre 217