Il Palazzo dell’Orologio diventa l’ingresso principale della Biblioteca

Cambia l’ingresso principale alla Biblioteca della Scuola Normale in Piazza dei Cavalieri. Non si accede più dal piano terra del Palazzo della Carovana, per poi passare dal tunnel sotterraneo, ma direttamente dal piano terra del Palazzo dell’Orologio.

Il nuovo ingresso permette agli utenti della Biblioteca, circa cinquemila ogni anno, di cui un terzo esterno alla Scuola Normale, di entrare direttamente nell’edificio che contiene gran parte del patrimonio librario e che per questo è il più frequentato dagli studiosi: una parte consistente della sezione humanities è ospitata presso i 6 piani del Palazzo dell’Orologio, mentre nel Palazzo della Carovana si trova “solo” la sezione periodici. Palazzo della Carovana e Palazzo dell’Orologio restano collegati dal tunnel sotto Piazza dei Cavalieri risalente agli anni Ottanta.

Questa nuova configurazione è stata voluta dal Presidente della Biblioteca, Claudio Ciociola, perché molto più razionale dal punto di vista logistico, consente di eliminare alcuni disagi per i diversamente abili e migliora notevolmente la reception della Biblioteca, adesso più ampia, con un bancone moderno e nuove apparecchiature per la consultazione del catalogo. Adiacenti al nuovo ingresso sono ora le sezioni di consultazione generale, biblioteconomia e storia del libro, paleografia.

La Biblioteca della Normale è in continua espansione: il numero dei volumi ha superato il milione. Proprio per dare una ulteriore sistemazione ai libri, due anni fa era stata inaugurata una nuova sede, nell’ala ovest del Palazzo della Canonica, sempre in Piazza dei Cavalieri. La ristrutturazione inaugurata oggi è quindi un nuovo significativo passo nel piano di ammodernamento complessivo in corso di attuazione e che ha visto collocare tutta la sezione “scienze” nel Palazzo della Canonica, gran parte della sezione humanities nel Palazzo dell’Orologio e nel Palazzo del Capitano, i periodici nel Palazzo della Carovana. In questo quadro, inoltre, il lato destro del Palazzo dell’Orologio è stato destinato ad ospitare lo spazio museale Torre del Conte Ugolino. La serie complessiva dei lavori supera i 4 milioni di euro.

Nel contesto dell’inaugurazione è stata presentata una targa commemorative a tre docenti scomparsi negli ultimi anni: Paola Barocchi, Enrico Castelnuovo e Monica Donato, che hanno contribuito a rifondare lo studio della storia dell’arte presso la Normale.

Pisa, 21 dicembre 2017