Il premio Abel a Srinivasa Varadhan

Srinivasa Varadhan, del Courant Institute of mathematical Sciences della New York University, ha ricevuto il
premio Abel, considerato il Nobel della matematica, per i suoi contributi alla teoria delle probabilità. E’ membro dell’International Advisory Committe, organismo scientifico di cui la Scuola Normale da anni si è dotata, per indivduare le strategie utili ad ottimizzare le risorse esistenti e perseguire la giusta collocazione della Scuola nel contesto europeo ed internazionale.

Tra i mebri dell’Advisory Committe due premi Nobel: il biologo Susumu Tonegawa, del Massachussets Institute of Technology di Cambridge (USA), ed il fisico Claude Cohen-Tannoudji, dell’École Normale Supérieure di Parigi. E’ presieduto dal prof. Sanjoy Mitter, del Massachussets Institute of Technology di Cambridge (USA).

Varadhan è nato a Madras nel 1940 e ha conseguito il dottorato all’Istituto di Statistica di Calcutta. In seguito si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha iniziato la sua carriera all’Istituto di Scienze Matematiche dell’università di New York . La teoria della probabilità è la branca della matematica, relativamente recente, che si occupa di studiare l’analisi delle situazioni che si verificano “per caso”. L’esempio più frequente è quello del lancio di una moneta, che al suo ricadere può dare testa o croce. Le applicazioni della teoria della probabilità hanno fondamentali implicazioni per diverse discipline, dalla fisica alla biologia, dall’economia alla statistica.