Jeffrey Swann, seminario musicale sugli itinerari della musica del Novecento

Il pianista americano illustrerà lo stile, la poetica, i percorsi di autori come Debussy, Schoenberg, Bartók, Stravinski in Itinerari del Novecento. A partire da lunedì 23 aprile quattro lezioni alla Scuola alternate a quattro concerti a Teatro per il Seminario dei Concerti della Normale. Coloro che non sono riusciti a partecipare al seminario potranno comunque assistere ai quattro concerti al Teatro Verdi.

Il pianista americano Jeffrey Swann torna a Pisa con un seminario musicale dedicato alla musica del Novecento. Una serie di quattro lezioni alternate ad altrettanti concerti daranno al pubblico la possibilità di comprendere dal vivo, dalla voce e dalle note di uno dei più importanti interpreti contemporanei, i percorsi intrapresi da autori come Debussy, Schoenberg, Bartók, Stravinskij. La sera alle 21 la lezione alla Normale, in Aula Bianchi, con spiegazioni ed esempi direttamente al pianoforte. Il giorno successivo alla stessa ora il concerto al Teatro Verdi, incentrato sul tema trattato la sera precedente. Le iscrizioni per prenotare uno dei cento posti disponibili al Seminario, messi a disposizione gratuitamente, sono aperte dal 10 al 16 aprile, mentre lezioni e concerti si terranno a partire dal 23 aprile.

Questo il programma del seminario: lunedì 23 aprile la prima lezione Impressionismo – Espressionismo. Il concerto del giorno successivo prevede musiche di Olivier Messiaen, Claude Debussy, Maurice Ravel, Arnold Schoenberg, Aleksander Skrjabin, Béla Bartók. Seconda lezione giovedì 26 aprile: Razionalismo. Secondo concerto con musiche di Arnold Schoenberg, Anton von Webern, Pierre Boulez, Karlheinz Stockausen, Eliott Carter, Luigi Nono. Giovedì 3 maggio terza lezione: Neoclassicismo – Neoromanticismo; il concerto ad essa legato comrende musiche di Alban Berg, Igor Stravinskij, Paul Hindemith, George Crumb, Davide Del Tredici, György Ligeti. Lunedì 7 maggio la quarta lezione: Identità nazionale. Il concerto prevede musiche di Charles Ives, Ferruccio Busoni, Béla Bartók, Enrique Granados, Dmitrij Sostakovic.

Jeffrey Swann, nato a Williams, in Arizona, ha iniziato a studiare pianoforte a quattro anni ed ha continuato presso la Juiliard School. Oggi ha all’attivo diversi riconoscimenti di rilevanza internazionale, fra cui i Concorsi Chopin e il Reine Elizabeth di Bruxelles, e ha suonato in tutto il mondo, dagli Stati Uniti a Berlino e Parigi. Il su repertorio comprende 50 concerti e opere solistiche, da Bach a Boulez, dall’integrale delle Sonate di Beethoven alle trascrizioni del tardo Ottocento. All’attività di pianista Swann affianca quella di compositore, oltre ad essere appassionato di letteratura ed arti visive. La sua passione e le sue competenze multidisciplinari nel campo artistico fanno sì che abbia più volte proposto programmi a tema ed ami completare le sue esecuzioni con commenti e vere e proprie lezioni.

Le lezioni si terranno in Aula Bianchi, nel Palazzo della Carovana, in piazza dei Cavalieri 7 alle 21. Può partecipare chi è già iscritto. I concerti si terranno come di consueto al Teatro Verdi, sempre alle ore 21, accessibili a tutti tramite pagamento del biglietto.

Biglietti euro 12

Ridotti euro 10

Ridotti giovani euro 5