La musica da camera entra in Sala Azzurra. Concerto per fortepiano di Costantino Mastroprimiano

Per la prima volta la Scuola Normale si apre a un concerto di musica da camera. Il virtuoso del fortepiano Costantino Mastroprimiano suonerà lunedì 20 novembre a partire dalle ore 21 alcuni brani di Haydn, Mozart, Eberl e Beethoven. La stagione concertistica della Scuola Normale si sposta infatti dal Teatro Verdi di Pisa direttamente nel Palazzo della Carovana, nella prestigiosa Sala Azzurra per la prima tappa del ciclo “Scatola sonora”, fortemente voluto dal direttore artistico Carlo Boccadoro.

“L’atmosfera intima della Sala Azzurra – ha spiegato Boccadoro – permetterà agli ascoltatori di vivere un’esperienza d’ascolto davvero unica in compagnia di grandi musicisti appartenenti al mondo dell’improvvisazione, sia essa declinata al mondo del classicismo europeo che a quello della cultura musicale statunitense”.

Sempre in Sala Azzurra nei prossimi mesi si svolgeranno altri due concerti pensati per questo tipo di ambientazione, con il musicista Glauco Venier il 23 febbraio e le sue improvvisazioni con pianoforte, gong, campanelle, campane, metalli vari; con il chitarrista Ralph Towner il 27 febbraio.

Il concerto di lunedì vede protagonista il musicista filologo Costantino Mastroprimiano, riscopritore e rivalutatore della musica strumentale dell’Ottocento. Come fortepianista, è fondatore e componente dell’ensemble Concert sans Orchestre che si dedica al repertorio cameristico e alla trascrizione d’autore su strumenti originali e che è stato inviato ai più importanti Festival di musica antica italiani.

Pisa 16 novembre 2017