Le Edizioni della Normale fanno il punto su Calvino

Lo studioso Luca Baranelli, autore per le Edizioni della Normale della Bibliografia di Italo Calvino, partecipa lunedì 26 novembre alle 17 al Gabinetto Viesseux di Firenze ad una riflessione sull’opera e la figura di Calvino. Il suo contributo è uno strumento che raccoglie l’elenco dei libri e degli scritti a stampa dello scrittore, apparsi in vita e postumi, e che si pone come base indispensabile per lo sviluppo di nuove linee di ricerca.

Quattro autori, quattro case editrici, quattro volumi che studiano e raccontano uno degli scrittori più importanti – e letti – del Novecento, Italo Calvino, verranno presentati a Firenze alla Sala Ferri del Vieusseux in Palazzo Strozzi lunedì 26 novembre alle 17. Insieme a Mario Barenghi, autore di Italo Calvino, le linee e i margini (Il Mulino), Massimo Bucciantini, che presenterà Italo Calvino e la scienza (Donzelli), Francesca Serra, autrice di Calvino (Salerno), ci sarà Luca Baranelli con la sua ultima pubblicazione per le Edizioni della Normale, Bibliografia di Italo Calvino. I volumi saranno presentati e commentati da Domenico Scarpa, della Scuola Normale di Pisa, e da Gabriele Pedullà.

La pubblicazione delle Edizioni della Normale, Bibliografia di Italo Calvino, rientra negli Strumenti, una collana che, rivolgendosi a un pubblico prevalentemente universitario, intende fornire strumenti di studio e di supporto alla ricerca nei diversi ambiti disciplinari. L’indicazione, in ordine cronologico, delle uscite dei libri e di tutti gli altri scritti a stampa di Calvino, sia quelli che sono apparsi mentre lo scrittore era ancora in vita, sia le pubblicazioni postume, intende infatti costituire una base indispensabile per lo sviluppo di nuove linee di ricerca e di nuovi lavori sulla figura dello scrittore.

Luca Baranelli, nato a Siena nel 1936, ha lavorato nelle redazioni degli editori torinesi Einaudi (1962-1985) e Loescher (1985-1994). Dal ‘94 svolge una libera attività di consulenza e collaborazione editoriale. Ha fatto parte per molti anni del comitato redazionale dei «Quaderni piacentini». Collabora con il Centro studi Franco Fortini dell’Università di Siena. Si occupa da molti anni dell’opera di Calvino: ha ideato e curato le autopresentazioni dei suoi libri pubblicati negli Oscar Mondadori (Milano 1993-97; ha curato un’ampia scelta delle sue Lettere 1940-1985 (Meridiani Mondadori, Milano 2000); e, insieme con Ernesto Ferrero, l’Album Calvino (Mondadori, Milano 1995). Ha scritto su Calvino in giornali e riviste. Per le Edizioni della Normale è già stato curatore del libro Cesare Cases – Sebastiano Timpanaro, Un lapsus di Marx Carteggio 1956-1990, uscito nel 2004.

(serena wiedenstritt)