Lorenzo Mattotti. Immagini tra arte, letteratura e musica

Pisa, 02 maggio 2018. A Lorenzo Mattotti (Brescia, 1954), e al suo rapporto con la letteratura, l’arte e la musica, è dedicata la mostra ospitata a Palazzo Blu dal 19 maggio al 7 ottobre a cura di Giorgio Bacci e promossa da Fondazione Palazzo Blu con il patrocinio della Scuola Normale Superiore e del Comune di Pisa.

Tra i più importanti illustratori a livello mondiale, nel corso degli anni Mattotti si è affermato definitivamente a livello assoluto, come dimostrano le esposizioni e i numerosi premi e riconoscimenti. Da anni residente a Parigi, Mattotti, con i suoi pastelli colorati e il tratto inconfondibile, ha contribuito a modellare l’immaginario collettivo e a suggerire determinati modelli visivi, innovandoli dall’interno grazie a una spiccata capacità inventiva, costantemente al confine tra surreale e documentazione realistica, frutto di letture ampie e variegate.

I visitatori della mostra saranno trasportati in un mondo fantastico, con la possibilità di ammirare una ricca selezione di disegni originali relativi a quattro grandi capolavori di Mattotti. Alle potentissime tavole in bianco e nero di Hänsel & Gretel, che accentuano l’atmosfera cupa del racconto, seguono i rossi accesi e i tratti violenti dei disegni di Jekyll & Hyde. È poi la musica a fare il suo ingresso, attraverso la serie completa di The Raven (Il Corvo), nato da una collaborazione con Lou Reed, per chiudere infine con le illustrazioni di un grande classico: la Divina Commedia, in cui l’artista sviluppa un dialogo per immagini volto a delineare un’esegesi personale e al tempo stesso profondamente radicata nella tradizione.

La mostra costituisce un’occasione rivolta a tutti, a un pubblico sia di esperti che di appassionati, adulti e bambini, ognuno dei quali potrà trovare molteplici d’interesse appassionanti nelle illustrazioni originali esposte.

Giorgio Bacci, assegnista della Classe di Lettere della Normale, da alcuni anni organizza a Palazzo Blu interessanti retrospettive di importanti illustratori come Roberto Innocenti (2016) e Silvano Campeggi (2017).