Matematica, Cultura e Società: le conferenze 2011 del Centro De Giorgi

Curata da Stefano Marmi, la rassegna prevede sei appuntamenti per parlare di matematica a partire da questioni di interesse generale. La prima conferenza sarà tenuta dal Direttore del Centro De Giorgi, Mariano Giaquinta. Titolo dell’appuntamento: “Sapere di matematica, parlare di matematica”.

Pisa, 18 gennaio 2011. Riprende la rassegna “Matematica, cultura e società”, curata dal Centro De Giorgi, la serie di conferenze che tratta di matematica partendo da problemi e questioni di altri ambiti disciplinari, con un approccio divulgativo e il contributo di relatori di grande prestigio. Sei gli appuntamenti di quest’anno, a partire da giovedì 20 gennaio alle ore 18 nella Sala Stemmi della Normale. Ad inaugurare il ciclo di incontri Mariano Giaquinta, direttore del centro De Giorgi e professore di analisi matematica alla Normale, con la conferenza “Sapere di matematica, parlare di matematica”, che racconterà come mai nella nostra società la matematica sia amata da pochi e odiata da molti, e il motivo per cui si tende a negarne ogni valenza culturale al di là di quella tecnica. Quali fondamenta e motivazioni hanno questi atteggiamenti?

«Cercherò di illustrare alcune risposte a queste domande – spiega il prof. Giaquinta -, non solo su basi storico-culturali, ma anche e soprattutto sulla base di caratteristiche tipiche e specifiche della matematica. Questo permetterà anche di parlare di formazione e divulgazione e del ruolo della storia della matematica».

Le conferenze di “Matematica, Cultura e Società”sono dedicate ad aspetti della matematica, alla loro interazione con questioni di interesse generale ed alle applicazioni alle scienze naturali e sociali che ne derivano. Le tematiche affrontate e la presentazione dei contenuti saranno accessibili ad un ampio pubblico, in modo da fornire delle occasioni di incontro e discussione per studenti di vario livello, insegnanti, ricercatori e docenti, e per quanti altri siano interessati a partecipare.

Dopo l’incontro con Giaquinta, il 17 febbraio sarà la volta di Luigi Pepe che parlerà della storiografia della matematica nel Risorgimento italiano. Il 10 marzo Sandro Graffi terrà una conferenza su “Galileo e l’Inquisizione: leggende e documenti”. Il 19 maggio Massimo Egidi si cimenterà con il rapporto tra matematica e psicologia, mente l’8 giugno Marco Li Calzi parlerà di matematica della diversità. Chiuderà il ciclo Giorgio Israel, il 24 novembre, con una riflessione sullo scritto di Paul Wigner “L’irragionevole efficacia della matematica”. Gli appuntamenti del De Giorgi, centro interuniversitario di Normale, Scuola Sant’Anna, Università di Pisa, sono curati dal prof. Stefano Marmi, docente di Sistemi dinamici alla Normale.

Il programma completo