Matematica, cultura e società. Riprende il ciclo di conferenze del Centro De Giorgi. Giovedì 19 gennaio, ore 18, Sala Stemmi

E’ possibile prendere delle decisioni collettive che siano allo stesso tempo coerenti e democratiche? Ne parla a “Matematica, Cultura e Società”, il ciclo di conferenze divulgative del Centro De Giorgi, giovedì 19 gennaio, ore 18, nella Sala Stemmi, Luigi Marengo, professore di economia politica e preside della Classe di Scienze sociali alla Scuola Sant’Anna. Titolo dell’incontro, il primo della nuova serie: “La matematica di chi comanda: coerenza e manipolazione delle decisioni collettive”.

L’economista Kenneth Arrow ha dimostrato negli anni ’50 che  coerenza e democrazia non sempre sono compatibili, soprattutto se gli individui hanno preferenze sufficientemente diverse tra loro. Ma se le scelte collettive non sono coerenti allora sono manipolabili. Se un soggetto può, ad esempio, stabilire la procedura con la quale la collettività effettua la scelta, allora è possibile per questo soggetto fare sì che la collettività scelga in modo assolutamente democratico esattamente ciò che egli desidera.

In questo seminario sarà esaminata la semplice matematica che spiega l’impossibilità di conciliare coerenza e democrazia nelle scelte collettive, con alcune possibili vie di uscita da questa impossibilità ed alcune implicazioni pratiche di questa teoria apparentemente molto astratta.

Nota biografica:

Luigi Marengo è professore di economia politica e preside della Classe di Scienze Sociali presso la Scuola Superiore Sant’ Anna di Pisa. Si è laureato in economia a Torino ed ha conseguito il dottorato di ricerca (PhD) presso l’Università del Sussex, Regno Unito. La sua ricerca si concentra sulla teoria delle decisioni individuali e collettive, sull’ economia delle organizzazioni e sull’economia del progresso tecnico.

L’elenco completo degli appuntamenti di Matematica, cultura e società