Matematica e criminalità in città: un workshop al De Giorgi

Una tre giorni dedicata all’applicazione dei modelli matematici alla criminalità delle aree urbane. Il workshop internazionale che si terrà al Centro De Giorgi dal 17 al 19 aprile è stato organizzato dagli spagnoli Miguel Angel Herrero e Juan Carlos Nuño, dal docente di Oxford John R. Ockendon e dal matematico fiorentino Mario Primicerio (nella foto).

di Consuelo Tarallo

S’intitola Mathematical models for criminality in urban areas e si propone di affrontare il fenomeno della criminalità nelle aree urbane con l’arma della matematica. Il workshop, organizzato dal Centro di Ricerche Matematiche Ennio De Giorgi, da giovedì 17 a sabato 19 aprile alternerà lezioni, tenute fra gli altri da Marcus Felson, Mirta Gordon, Shane Johnson, Paul Ormerod, Juan Tejada e Juan Carlos Nuño, e momenti di confronto e dibattito sull’utilità dei modelli matematici per la risoluzione di eventi di criminalità e reati seriali che hanno come scenario città e metropoli moderne.

L’ obiettivo del workshop è approfondire le possibilità di modellizzazione matematica dei fenomeni di diffusione della criminalità nelle aree urbane, che ha avuto un notevole ed innegabile sviluppo negli ultimi anni. Tre sono i modelli di riferimento principali per gli studiosi: modelli basati su dinamica di popolazioni, modelli basati sulla teoria dei giochi e agent-based models. Gli studi che verranno presentati a Pisa fanno parte del progetto innovativo NETIAN (New and emerging themes in industrial and applied mathematics), finanziato dall’UE, che vede impegnate, fra le altre, l’Università di Firenze insieme all’Università di Kaiserslautern in Germania, di Eindhoven in Olanda, all’Università di Madrid e di Riga. Il progetto al centro del workshop che si terrà al Centro De Giorgi, in particolare, si occupa della ricerca di modelli matematici descrittivi, che, una volta testati, verranno applicati per prevenire i delitti e i reati.

L’approfondimento di questi studi e la loro correlazione, insieme allo scambio di informazioni fornite da matematici, sociologi e esperti che si occupano della prevenzione e della repressione della criminalità, saranno al centro dei dibattti che si svilupperanno a fianco delle lezioni.

Il Centro di Ricerca Matematica, fondato nel 2001 da Università di Pisa, Scuola di Studi Superiori Sant’Anna e Scuola Normale Superiore, prende il nome da Ennio De Giorgi, uno dei più importanti matematici del Novecento. Fra gli obiettivi del Centro rientra l’organizzazione di attività di ricerca riguardanti la matematica pura applicata alle scienze naturali e sociali e ad altri ambiti interdisciplinari.