OPERA AUSTRIA. Prospettive frammentate: arte nel cuore dell’Europa


Unopera di valie exportPrato,Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, 26 febbraio – 28 maggio
2006.

Mostra a cura di Christoph Bertsch, Silvia Höller, Stefano Pezzato

In occasione della presidenza austriaca dell’Unione Europea nel primo semestre del 2006, il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato e il Forum Austriaco di Cultura a Roma organizzano un’originale
Unopera di erwin wurmmostra interamente dedicata all’Austria, realizzata in collaborazione con il Consolato Onorario Austriaco di Firenze e la Leopold Franzens-Universität di Innsbruck.

OPERA AUSTRIA proietta lo sguardo sull’arte contemporanea di una sola nazione, alla sua eredità e ai suoi riflessi su scala europea, attraverso un’ampia selezione di opere di artisti riconosciuti a livello internazionale. Nel momento del superamento del concetto stesso di nazione sviluppato tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo, l’arte europea trova oggi la propria sintesi nel paese che più di ogni altro ha anelato a un’identità sovranazionale: l’Austria.

L’evento ricostruisce una realtà plurale, articolata, di respiro europeo che emerge attraverso una messa in
scena in varie parti (tante quante sono le sale del museo che le ospita), con accostamenti o intrecci fra personalità artistiche a sé stanti, o tramite la considerazione di singole opere create per essere condivise e aprirsi a più letture (quali si trovano all’interno del catalogo che le documenta).

L’intento è quello di indagare l’identità di opere realizzate da artisti nati, cresciuti o residenti in Austria, che hanno apportato un contributo originale d’idee alla causa dell’arte e, di riflesso, alla vita di ognuno di noi spettatori e suoi interpreti, come tasselli di esperienze culturali che concorrono a ricomporre il mosaico di un presente che è anche il nostro di attuali cittadini europei.

La mostra non s’impone di definire un movimento nè di circoscrivere un gruppo, bensì di sottolineare l’individualità di ciascun artista, tracciandone le differenti PROSPETTIVE quali visioni FRAMMENTATE, collocando ognuna di esse in un’OPERA di ricognizione generale del ricco contesto artistico e culturale dell’AUSTRIA, del suo presente e della sua storia.

Attraverso le scelte operate dai tre curatori in stretta collaborazione con gli artisti, la mostra riflette sull’attualità di ricerche artistiche sviluppate NEL CUORE DELL’EUROPA, indicando traiettorie personali, con relazioni o reazioni linguistiche inedite.

Informazioni

Ufficio Stampa del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci

t. +39 0574 531828 – f. +39 0574 531901

press@centropecci.it

www.centropecci.it

Approfondimenti