Presentato il rapporto su corruzione e criminalità in Toscana

E’ stata presentata lunedì 11 dicembre, a Firenze, a Palazzo Strozzi Sacrati, la prima “Relazione scientifica relativa alla ricerca sui fenomeni di corruzione e di criminalità organizzata in Toscana” (Relazione mafie 2016 completo), alla presenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando e del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

La responsabile della ricerca è la prof.ssa Donatella della Porta, preside dell’Istituto di Scienze Umane e Sociali della Scuola Normale. Hanno collaborato alla redazione della prima parte del rapporto i ricercatori Andrea Pirro (Scuola Normale Superiore), Salvatore Sberna (Scuola Normale Superiore); della seconda parte il professor Alberto Vannucci (Università di Pisa).

La ricerca presentata è il primo di tre studi concordati dalla Regione con la Normale fino al 2018. L’indagine è stata realizzata con un sistema innovativo e sperimentale nella metodologia e nel focus, ma anche nel processo perché ha coinvolto le principali istituzioni impegnate in Toscana nell’attività di prevenzione e contrasto ai fenomeni criminali.

Da questo primo report non risultano evidenze giudiziarie di insediamenti organizzati della mafia, anche se i clan criminali in Toscana operano attraverso investimenti frutto di attività consumate altrove.

Corrierefiorentino121217
NazioneToscana1212
Tirreno1212
RepubblicaFirenze 1212

Firenze, 12 dicembre 2017