Primo premio “Well Tech Award 2005” al progetto Cyberhand

Cyberhand (development of a cybernetic hand prosthesis)Il consorzio del progetto europeo CYBERHAND (Development of a CYBERnetic HAND prosthesis, IST 2001-35094), di cui è coordinatore la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, ha ricevuto il primo premio Well-Tech Award 2005 per la sezione Accessibilità , per il concept dell’innovativa mano protesica, obiettivo del progetto stesso. Il premio, patrocinato dal Ministero per le Innovazioni e la Tecnologia, dalla Regione Lombardia, dal Comune e dalla Camera di Commercio di Milano, da Legambiente e da altre istituzioni impegnate in campo sociale e ambientale, seleziona ogni anno i sessanta prodotti che si sono distinti per innovazione tecnologica e valori di sostenibilità , accessibilità e qualità della vita. La valutazione dei prodotti viene effettuata in base a molteplici criteri che riguardano la riduzione dei consumi, l’applicazione di energie e materiali rinnovabili, la facilità di utilizzo da parte di anziani e disabili, la sicurezza

l’uso appropriato di tecnologie produttive e, naturalmente, il valore qualitativo, funzionale e comunicativo del prodotto.

A differenza di quanto accade con le protesi commerciali basate sull’estrazione di informazioni volontarie da segnali collegati all’attività muscolare, l’innovativa protesi CYBERHAND verrà controllata utilizzando informazioni prelevate con elettrodi impiantati all’interno del sistema nervoso periferico permettendo un controllo di protesi più complesso in maniera più naturale. Inoltre, attraverso gli stessi elettrodi sarà possibile stimolare i nervi sensoriali (che normalmente porterebbero al cervello le informazioni dei sensori naturali presenti nella mano naturale) fornendo al soggetto un feedback sensoriale. In questa maniera il soggetto potrebbe sentire la mano artificiale non più come un “corpo estraneo” ma come parte integrale di sè come accade naturalmente.

Il premio è stato ritirato durante una cerimonia svoltasi nella Sala delle Colonne del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano dal professor Paolo Dario, coordinatore del progetto, insieme ai collaboratori Lucia Beccai (project manager), Silvestro Micera, Giovanni Stellin, Giovanni Cappiello e Stefano Roccella membri dei laboratori ARTS e CRIM del Polo Sant’Anna Valdera di Pontedera.

Link

CYBERhand website