Saviano alla Normale: la conoscenza per sconfiggere la criminalità.

Si è concluso il seminario Strategie e tattiche criminali internazionali, tenuto da Roberto Saviano alla Normale di Pisa.

Quattro incontri (il 15 e 22 marzo, il 12 e 13 aprile) riservati a 43 studenti selezionati tra Scuola Normale, Scuola Sant’Anna, Università di Pisa e IMT-Lucca, in base al loro curriculum universitario, ma anche alle loro motivazioni e ai loro interessi extrascolastici. L’autore di Gomorra ha proposto un percorso di analisi che intreccia giustizia, politica, criminalità, antropologia, musica, giornalismo, letteratura.

Le lezioni del seminario sono state un evento didattico particolare, non soltanto perché condotte da un docente d’eccezione come Saviano: gli stessi studenti, proprio perché provenienti da discipline di studio molto diverse (dall’economia alla fisica, dalla letteratura al diritto, dalla storia alla biologia), hanno dato vita ad un confronto vivace e appassionato su tutti i temi, portando ciascuno la propria competenza ed esperienza. In comune tra lo scrittore e i ragazzi la grande curiosità, la passione per l’interdisciplinarietà, la capacità critica e immaginativa: le caratteristiche che, da sempre, la Scuola Normale cerca e promuove attraverso le sua attività formative.

Roberto Saviano ha affrontato molti temi con gli studenti, partendo dall’obiettivo morale e ideologico che lo ha spinto a fare letteratura: quello di indagare per raccontare, di osservare la realtà, di ascoltare i fatti, di aprire lo sguardo ad una prospettiva nuova, per combattere la criminalità sviluppando una nuova coscienza sociale dei cittadini.

Nelle lezioni è stata illustrata la geografia della nuova mafia internazionale, dall’Italia al Sud America, dal Nord Europa all’Asia; la sua economia globalizzata, basata su droga, armi, prostituzione, traffico di vite umane; la sua politica, fatta di alleanze pericolose con le istituzioni e di sfruttamento della paura delle popolazioni che si trovano a vivere sotto il suo controllo.

Come spunto di riflessione lo scrittore ha segnalato ai partecipanti anche una bibliografia essenziale per approfondire i fenomeni raccontati nel corso delle lezioni: da Il potere della camorra di Francesco Barbagallo (Einaudi 1999), a McMafia: droga, armi, esseri umani. Viaggio attraverso il nuovo crimine organizzato globale di Misha Glenny (Mondadori 2008) fino a Illecito: come trafficanti, falsari e mafie internazionali stanno prendendo il controllo dell’economia globale di Moises Naim (Mondadori 2006).

Gli studenti, una volta terminate le lezioni, hanno avuto la possibilità di pranzare con il docente, per approfondire i temi trattati a lezioni in un dialogo informale, aperto e diretto, tipico della vita collegiale della Scuola. Al termine delle lezioni è stato rilasciato ai partecipanti un attestato.