Secondo workshop del progetto Diophantine Problems: a Cetraro (Cs) alcuni tra i massimi esperti a livello internazionale

Zannier

Umberto Zannier, ordinario di Geometria alla Scuola Normale

Dal 14 al 26 luglio si svolgerà a Cetraro in Calabria il secondo workshop internazionale legato al progetto Diophantine Problems, patrocinato dalla Scuola Normale e coordinato dal professor Umberto Zannier, vincitore nel 2011 di un grant dello European Research Council.

Alcuni tra i maggiori esperti a livello mondiale di matematica  si troveranno nella cittadina in provincia di Cosenza, presso il Grand Hotel San Michele (da tempo sede occasionale di incontri matematici), per tenere seminari aperti anche al pubblico dei più giovani. Studenti e interessati potranno così prendere contatto con personalità della Teoria dei Numeri, della Geometria , dell’Algebra quali le medaglie Fields Enrico Bombieri (dell’Institute for Advanced Study di Princeton), Gerd Faltings (Direttore del Max Planck Institute a Bonn), Elon Lindenstrauss (della Hebrew University di Gerusalemme) e il Wolf Prize Peter Sarnak (dell’Institute for Advanced Study di Princeton). E ancora Yuri Tschinkel (Courant Institute New York , direttore della Mathematical and Physical Sciences division della Simons Foundation) ed Emmanuel Ullmo (Direttore dell’ Institut des Hautes Etudes Scientifiques di Parigi). La lista completa dei partecipanti si può trovare a questo indirizzo (http://diophantinegeometry.sns.it/speaker.html).

La proposta scientifica di Umberto Zannier, docente di Geometria alla Scuola Normale, si intitolava “Integral and Algebraic Points on Varieties, Diophantine Problems on Number Fields and Function Fields”. Il progetto, il cui comitato scientifico è composto dalla stesso Enrico Bombieri, David Masser (Basel),  Lucien Szpiro (Graduate Center CUNY), Gisbert Wuestholz (ETH Zurich), Shou-Wu Zhang (Princeton), si articola su alcuni temi nell’ambito di “Problemi Diofantei”, soggetto centrale nella Teoria dei Numeri, e prevede iniziative quali visite tra i componenti e workshops (come questo), e l’assegnazione di borse post-doc, di durata tra 2 e 4 anni, da bandire durante l’arco della durata del progetto (che terminerà nel 2016).

Per informazioni: eventiculturali@sns.it, 050 509307, 509554, 509654