Shlomo Mintz al violino e sul podio per I Concerti della Normale

Il 27 marzo arriva a Pisa il direttore d’orchestra e violinista israeliano, Shlomo Mintz. L’Orchestra della Toscana, sotto la sua direzione, suonerà la Holberg Suite di Grieg, due Romanze di Beethoven e la Quinta Sinfonia di Schubert. Appuntamento alle 21 al Teatro Verdi.

Nuovo appuntamento con l’Orchestra Regionale della Toscana alla stagione concertistica della Scuola Normale Superiore di Pisa il prossimo 27 marzo. A dirigere l’Orchestra sarà Shlomo Mintz, musicista nato a Mosca nel 1957, ma di origini e formazione israeliana, che si esibirà anche come violino solista.

La sensibilità nordica ricca di poesia, così come traspare dalla Holberg Suite di Grieg, apre la serata che vede Shlomo Mintz dirigere l’Orchestra della Toscana nell’elegante scrittura schubertiana della Quinta Sinfonia in si bemolle maggiore. Al centro del programma le Romanze di Beethoven (op. 40 e op. 50) interpretate dallo stesso Mintz alle prese con il suo pregiato violino, un Guarneri del Gesù.

Musicista di rango, collabora come violista e violinista con i più celebri musicisti, quali Abbado, Giulini, Barenboim, Temirkanov, Muti, Masur e Maazel. Mintz è nato a Mosca 50 anni fa da genitori ebrei che emigrarono in Israele In seguito ha vissuto e studiato a New York e a 16 anni ha debuttato alla Carnegie Hall. All’età di 18 anni è salito sul podio per la prima volta. La sua passione per la direzione l’ha condotto alla guida della London Symphony, dell’Orchestra della Radio di Berlino, delle Sinfoniche di Detroit e di Baltimora.

Ha già suonato in diverse occasioni con l’Orchestra della Toscana dal 1999 al 2004, riscuotendo particolare successo soprattutto durante le tournée del 2000 in Olanda e Germania.

L’Orchestra della Toscana nasce a Firenze nel 1980 per volere di Regione Toscana, Provincia e Comune di Firenze. Nel 1983, sotto la direzione artistica di Luciano Berio, diventa Istituzione Concertistica Orchestrale. Oggi la direzione artistica è affidata a Aldo Bennici. L’Orchestra, composta da 45 musicisti, interpreta un ampio repertorio che va dalla musica barocca fino ai compositori contemporanei e privilegia Haydn, Mozart e tutto il Beethoven sinfonico. Dal 1992 si è spesso esibita all’estero, nei teatri di tutto il mondo.

Il prossimo appuntamento con i Concerti della Normale è fissato per mercoledì 4 aprile. Il Concerto di Pasqua si terrà nella suggestiva cornice della Chiesa di Santa Caterina a Pisa. Canterà il coro della Gächinger Kantorei, suoneranno il Bach-Collegium Stuttgart e l’Internationale Bachakademie. In programma la Passione di Matteo di Johann Sebastian Bach.