Tra sacro e profano. I madrigali di Monteverdi per “I Concerti della Normale”

PISA, 12 gennaio 2018. Martedì 16 gennaio alle ore 21 al Teatro Verdi di Pisa è di scena “Concerto Italiano”. Il gruppo diretto da Rinaldo Alessandrini, per l’occasione composto da 6 voci, due tiorba e un organo (lo stesso Alessandrini), eseguirà una selezione di brani di Claudio Monteverdi, tutti appartenenti al genere “madrigale”. La serata è la prima nel 2018 della rassegna “I concerti della Normale”, organizzata dalla Scuola Normale Superiore e diretta dal maestro Carlo Boccadoro.

Con Claudio Monteverdi si conclude la stagione aurea del madrigale italiano. I suoi 9 libri ripercorrono l’evoluzione del genere: dalla polifonia a 5 voci tipica dell’epoca precedente e dei primi libri, alla monodia, cioè la preminenza di una voce (il soprano), sulle altre, che apre alle sonorità barocche e al melodramma che è tipica degli ultimi libri.

Il programma della serata al Teatro Verdi prevede alcuni esempi suggestivi di questo passaggio: si spazierà inoltre tra componimenti “profani” sull’amore ad altri pensati per le funzioni religiose (Monteverdi fu maestro di cappella per tutta la vita, prima a Mantova poi a Venezia).

Concerto Italiano è nato nel 1984. La sua storia si sovrappone a quella della rinascita della musica antica in Italia. Monteverdi, Bach e Vivaldi sono stati i perni principali sopra i quali il gruppo ha saputo rinnovare il linguaggio della musica antica, rivelandone aspetti estetici e retorici completamente inediti. A distanza di tutti questi anni le incisioni discografiche di Concerto Italiano sono ancora considerate versioni di riferimento da critica e pubblico.