Alla Biblioteca Nazionale di Roma la presentazione di Bibliografia di Cesare Garboli


Cesare Garboli è stato un protagonista della critica letteraria e della cultura italiana degli ultimi cinquant’anni. Ne ripercorre l’intensa attività la Bibliografia di Cesare Garboli, curata da Laura Desideri, fondamentale per mettere a fuoco la figura di intellettuale militante di Garboli. L’autrice presenterà il volume, edito dalla Edizioni della Normale, mercoledì 22 aprile, alla Biblioteca Nazionale di Roma, alle ore 17.00, nell’ambito della Settimana della Cultura.

Ricca di informazioni biografiche e bibliografiche fornite dallo stesso Garboli, più che una semplice bibliografia, il volume di Laura Desideri è una lettura ragionata in cui vita e scrittura sono indissolubilmente legate. All’incontro presso la Biblioteca Nazionale di Roma interverranno Alfonso Berardinelli, Laura Desideri, Pietro Lanzara, Giuseppe Leonelli, Gabriella Palli Barone.

Nello stesso ambito, sarà presentato un altro volume, La stanza separata di Cesare Garboli, ripubblicato da Scheiwiller a quarant’anni dalla prima edizione del 1969, un testo che ci riporta nel cuore della letteratura e dei miti del Novecento. La stanza separata di Cesare Garboli è una raccolta di articoli che l’autore pubblicava su riviste e giornali, insieme a corsivi e saggi di diversa provenienza. Un raffinatissimo discorso critico che spazia dai classici (Dante, Leopardi, Collodi) ai contemporanei (Gadda, Pasolini, Morante, Bertolucci; dalla letteratura alle arti visive (Longhi, Fellini, Guttuso), alla musica (Puccini).

Laura Desideri Responsabile della Biblioteca del Gabinetto Vieusseux, nutre particolari interessi per le collezioni storiche e le “Biblioteche d’autore” conservate presso l’Archivio contemporaneo. Ha curato il volume Il Vieusseux. Storia di un Gabinetto di lettura 1819- 2003.Cronologia, saggi, testimonianze, occupandosi anche delle fonti utili alla ricostruzione delle pratiche di lettura tra Otto e Novecento. Ha curato le bibliografie di Anna Banti e Cesare Garboli e dedicato studi alle biblioteche private di autori del Novecento.