in evidenza
  • Per la prima volta è stato osservato in azione il meccanismo all'origine della malattia di Alzheimer. Il risultato, pubblicato su Nature Communications, si deve alla ricerca condotta in Italia, nell'Istituto Europeo per la Ricerca sul Cervello (Ebri) fondato dal Nobel Rita Levi Montalcini. Coordinatore della ricerca è il neurobiologo Antonino Cattaneo, direttore del laboratorio sulle Malattie neurodegenerative dell'Ebri e docente della Scuola Normale Superiore di Pisa.

    Scoperta l’origine cellulare delle formazioni tossiche che causano l’Alzheimer

    Per la prima volta è stato osservato in azione il meccanismo all’origine della malattia di Alzheimer. Il risultato, pubblicato su Nature Communications, si deve alla ricerca condotta in Italia, nell’Istituto Europeo per la Ricerca sul Cervello (Ebri) fondato dal Nobel Rita Levi Montalcini. Coordinatore della ricerca è il neurobiologo Antonino Cattaneo, direttore del laboratorio sulle Malattie neurodegenerative dell’Ebri e docente della Scuola Normale Superiore di Pisa.

  • Gian Biagio Conte è stato nominato socio corrispondente della British Academy. Il consiglio della prestigiosa istituzione lo ha eletto Corresponding Fellow, in riconoscimento dell’alto livello dei suoi studi nell’ambito delle scienze umane, che insieme alle scienze sociali costituiscono i campi di interesse della British Academy. L’elezione è avvenuta giovedì 17 luglio, all’interno della annuale Meeting che si svolge a Londra, nella sede dell’Accademia. Quella di Corresponding Fellow  è la più alta carica che la British Academy conferisce a studiosi non residenti nel Regno Unito.  Il professor Conte, insigne filologo, profesore emerito della Scuola Normale Superiore, è il terzo docente della […]

    Gian Biagio Conte nominato Corresponding Fellow della British Academy

    Gian Biagio Conte è stato nominato socio corrispondente della British Academy. Il consiglio della prestigiosa istituzione lo ha eletto Corresponding Fellow, in riconoscimento dell’alto livello dei suoi studi nell’ambito delle scienze umane, che insieme alle scienze sociali costituiscono i campi di interesse della British Academy. L’elezione è avvenuta giovedì 17 luglio, all’interno della annuale Meeting che si svolge a Londra, nella sede dell’Accademia. Quella di Corresponding Fellow  è la più alta carica che la British Academy conferisce a studiosi non residenti nel Regno Unito.  Il professor Conte, insigne filologo, profesore emerito della Scuola Normale Superiore, è il terzo docente della […]

  • Pisa, 14 luglio 2014. E’ scomparso nella giornata di domenica Roberto Vivarelli, tra i più eminenti storici italiani, professore emerito della Scuola Normale Superiore. Nato a Siena nel 1929, si era laureato in Scienze Politiche all’Università di Firenze per poi svolgere attività post-dottorale alla University of Pennsylvania e all’Istituto Italiano di Studi Storici a Napoli. Proprio a Napoli, divenne allievo e amico dello storico Gaetano Salvemini, che gli affidò i suoi scritti sull’epoca fascista, pubblicati in seguito a cura dello stesso Vivarelli. Professore all’Università di Siena, dal 1986 era diventato ordinario di Storia contemporanea alla Scuola Normale Superiore. Vivarelli, tra le altre cariche, è stato […]

    La Scuola Normale ricorda Roberto Vivarelli

    Pisa, 14 luglio 2014. E’ scomparso nella giornata di domenica Roberto Vivarelli, tra i più eminenti storici italiani, professore emerito della Scuola Normale Superiore. Nato a Siena nel 1929, si era laureato in Scienze Politiche all’Università di Firenze per poi svolgere attività post-dottorale alla University of Pennsylvania e all’Istituto Italiano di Studi Storici a Napoli. Proprio a Napoli, divenne allievo e amico dello storico Gaetano Salvemini, che gli affidò i suoi scritti sull’epoca fascista, pubblicati in seguito a cura dello stesso Vivarelli. Professore all’Università di Siena, dal 1986 era diventato ordinario di Storia contemporanea alla Scuola Normale Superiore. Vivarelli, tra le altre cariche, è stato […]

focus on
  • Le giovani promesse dell'Italia, novanta studenti, i più bravi del nostro Paese, saranno a Roma, invitati dall’Accademia dei Lincei e dalla Scuola Normale Superiore dal 7 al 12 luglio. Partecipano ad un ciclo di incontri con esponenti della cultura, della finanza, dell’industria, della Pubblica Amministrazione, dell’Università, della scienza, per confrontarsi nella scelta della facoltà universitaria e quindi della loro professione futura.

    All’Accademia dei Lincei un corso di orientamento della Scuola Normale

    Le giovani promesse dell'Italia, novanta studenti, i più bravi del nostro Paese, saranno a Roma, invitati dall’Accademia dei Lincei e dalla Scuola Normale Superiore dal 7 al 12 luglio. Partecipano ad un ciclo di incontri con esponenti della cultura, della finanza, dell’industria, della Pubblica Amministrazione, dell’Università, della scienza, per confrontarsi nella scelta della facoltà universitaria e quindi della loro professione futura.

    Leggi il resto...

  • Si è spento, a Torino, all’età di 85 anni, lo storico dell’arte Enrico Castelnuovo, docente emerito della Scuola Normale Superiore. Nato a Roma nel 1929, si era laureato a Torino con Anna Maria  Brizio, e specializzato a Firenze con Roberto Longhi (1954) con la tesi poi pubblicata in un volume dal titolo Un pittore italiano alla corte di Avignone. Matteo Giovannetti e la cultura in Provenza nel sec. XIV (1963; nuova ed. ampliata 1991). Ha insegnato a Losanna (1964-83), Ginevra (1970-71) e Torino (1979-82); dal 1983 profossere di storia dell’arte medievale presso la Scuola Normale Superiore. Nel 1991 ha ottenuto […]

    Scomparso lo storico dell’arte Enrico Castelnuovo, docente emerito della Normale

    Si è spento, a Torino, all’età di 85 anni, lo storico dell’arte Enrico Castelnuovo, docente emerito della Scuola Normale Superiore. Nato a Roma nel 1929, si era laureato a Torino con Anna Maria  Brizio, e specializzato a Firenze con Roberto Longhi (1954) con la tesi poi pubblicata in un volume dal titolo Un pittore italiano alla corte di Avignone. Matteo Giovannetti e la cultura in Provenza nel sec. XIV (1963; nuova ed. ampliata 1991). Ha insegnato a Losanna (1964-83), Ginevra (1970-71) e Torino (1979-82); dal 1983 profossere di storia dell’arte medievale presso la Scuola Normale Superiore. Nel 1991 ha ottenuto […]

    Leggi il resto...

  • La Scuola Normale ricorda Lorenzo Foà con una giornata dedicata agli studi e alla ricerche sulla fisica delle particelle dell'illustre docente scomparso il 12 gennaio scorso.  "Lorenzo Foà: half a century of particle physics" è il tiolo del convegno, con inizio alle ore 10 nella Sala Azzurra della Scuola, e che vedrà partecipare importanti ricercatori e fisici del Cern, dell'Infn (istituti in cui Foà ha lavorato per molti anni) e di altre prestigiose università.

    Mezzo secolo di ricerca sulla fisica delle particelle. La Scuola Normale ricorda Lorenzo Foà

    La Scuola Normale ricorda Lorenzo Foà con una giornata dedicata agli studi e alla ricerche sulla fisica delle particelle dell'illustre docente scomparso il 12 gennaio scorso. "Lorenzo Foà: half a century of particle physics" è il tiolo del convegno, con inizio alle ore 10 nella Sala Azzurra della Scuola, e che vedrà partecipare importanti ricercatori e fisici del Cern, dell'Infn (istituti in cui Foà ha lavorato per molti anni) e di altre prestigiose università.

    Leggi il resto...

  • Quali particolari connotati caratterizzano la narrativa moderna giapponese? Se ne parlerà alla Scuola Normale il prossimo venerdì 16 maggio, a partire dalle 17, con uno dei massimi esperti di letteratura nipponica, Giorgio Amitrano. Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Tokyo, Amitrano è il traduttore in Italia di autori quali Banana Yoshimoto (Kitchen, N.P., Sonno profondo, Ricordi di un vicolo cieco, ecc.) e Murakami Haruki (Norvegian Wood, Dance Dance Dance, Kafka sulla spiaggia, 1Q84); ha anche tradotto romanzi di Yasunari Kawabata e Yasushi Inoue. Come autore, ha pubblicato a cura della Italian School of East Asian Studies il volume The New Japanese Novel: […]

    Murakami e gli altri. Incontro con Giorgio Amitrano

    Quali particolari connotati caratterizzano la narrativa moderna giapponese? Se ne parlerà alla Scuola Normale il prossimo venerdì 16 maggio, a partire dalle 17, con uno dei massimi esperti di letteratura nipponica, Giorgio Amitrano. Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Tokyo, Amitrano è il traduttore in Italia di autori quali Banana Yoshimoto (Kitchen, N.P., Sonno profondo, Ricordi di un vicolo cieco, ecc.) e Murakami Haruki (Norvegian Wood, Dance Dance Dance, Kafka sulla spiaggia, 1Q84); ha anche tradotto romanzi di Yasunari Kawabata e Yasushi Inoue. Come autore, ha pubblicato a cura della Italian School of East Asian Studies il volume The New Japanese Novel: […]

    Leggi il resto...