Cento tra i migliori matematici del mondo al Centro de Giorgi.

Studieranno per un mese le teorie matematiche più aggiornate nello stage estivo promosso dal Clay Mathematics Institute, fondazione privata americana. Tra i docenti due medaglie Fields: Gregory Margulis (Yale University) e Jean-Christophe Yoccoz (Collège de France).

Sono cento ricercatori di matematica provenienti da tutto il mondo. Dall’11 giugno sono a Pisa, fino al 6 luglio, all’interno della Scuola estiva che il Clay Mathematics Institute ha organizzato presso il Centro di ricerca matematica Ennio De Giorgi. Scienziati come Gregory Margulis (Yale University) , Jean-Christophe Yoccoz (Collège de France), entrambi vincitori della medaglia Fields, uno dei massimi riconoscimenti assegnati ai matematici, sono solo alcuni dei docenti chiamati a partecipare a questo stage estivo, incentrato sul tema “Homogeneous flows, moduli spaces, and arithmetic”.

Riservato a laureati che abbiano conseguito il titolo di Phd (l’equivalente in Italia di dottore di ricerca) da non più di 5 anni, il programma della Scuola estiva è una introduzione alla teoria dei flussi negli spazi omogenei e vede tra gli organizzatori Stefano Marmi, docente di Sistemi dinamici alla Normale. Durante il soggiorno pisano, i ricercatori alloggeranno all’Hotel Granduca di San Giuliano. Il Clay Institute ha finanziato il progetto con 70mila euro, attraverso i quali sono state rimborasate ai partecipanti le spese di viaggio e il soggiorno a Pisa. La selezione è avvenuta tra quasi 300 domande di partecipazione provenienti da tutto il mondo, mediante una attenta analisi dei curriculum dei partecipanti da parte di alcuni membri del comitato scientifico della scuola Clay. I partecipanti alla provengono da diversi Stati, tra cui: Usa, Russia, Francia, Italia, Germania, Bulgaria, Ucraina, India, Iran, Israele, Cina, Corea del Sud, Brasile.

L’Istituto matematico Clay (Clay Mathematics Institute o Cmi) è una fondazione privata non-profit con sede a Cambridge nel Massachusetts, dedicata all’accrescimento e alla diffusione della conoscenza della matematica. Si avvale di diverse sponsorizzazioni e premi per promuovere la matematica. L’istituto è stato fondato nel 1998 dall’imprenditore Landon T. Clay che la finanzia e dal matematico Arthur Jaffe dell’università di Harvard.

E’ diventato famoso per aver promosso, nel 2000, il Millennium Prize Problems. Si tratta di sette problemi matematici considerati dal Clay Mathematics Institute i “più importanti problemi classici che hanno resistito ai tentativi di soluzione nel corso degli anni”. La prima persona che risolverà ciascuno dei problemi vincerà un milione di dollari messo in palio dal Cmi. Il montepremi totale quindi ammonta a 7 milioni di dollari.

Altre attività del Clay Institute riguardano l’assegnazione di borse di studio, l’assegnazione di un premio annuale chiamato Clay Research Award che intende costituire un riconoscimento per i maggiori progressi nella ricerca. Infine il Cmi organizza varie scuole estive, convegni, incontri di lavoro, conferenze pubbliche e attività di publicizzazione della matematica rivolte soprattutto ai giovani studiosi della matematica, dal livello dei diplomati fino a quello dei dottori di ricerca.