Gianfranco Bertone per le conferenze VIS, 9 dicembre

gianfranco-bertone-02Secondo la cosmologia moderna, la materia ordinaria, fatta di atomi, costituisce solo una piccola parte dell’Universo in cui viviamo. La struttura portante dell’Universo è invece fatta di una misteriosa sostanza, nota come ‘materia oscura’, la cui origine e natura risulta a tutt’oggi sconosciuta. In questa conferenza Gianfranco Bertone, cosmologo, proporrà una presentazione scientifica del problema della materia oscura in cosmologia e fisica delle particelle, con un racconto più personale delle scoperte fatte dal suo gruppo  di ricerca del Center of Excellence in Gravitation and Astroparticle Physics della Università di Amsterdam, e più in generale dell’esperienza umana di fare ricerca scientifica ‘di frontiera’ al giorno d’oggi. L’appuntamento è mercoledì 9 dicembre alle ore 18 nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana per il ciclo di conferenze VIS (Virtual Immersions in Science).

Gianfranco Bertone è Professore Associato all’Università di Amsterdam, dove coordina il Centro di Eccellenza in Gravitazione e Fisica Astroparticellare. Laureato a Roma in Fisica Teorica, ha continuato la sua formazione scientifica all’università di Oxford e all’Istituto di Astrofisica di Parigi, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in Astrofisica e Cosmologia nel 2004. Ha svolto attività di ricerca e di insegnamento al Fermilab di Chicago, all’Università di Padova, all’Istituto di Astrofisica di Parigi e all’Università di Zurigo. Nel 2011 ha ottenuto un prestigioso finanziamento dall’European Research Council per creare un gruppo di ricerca sulla materia oscura all’Università di Amsterdam. E’ autore di un centinaio di pubblicazioni su riviste specializzate, ed editore e co-autore del libro “Particle Dark Matter: Observations, Models and Searches”. Attivo nel campo della divulgazione scientifica, è autore del libro “Behind the Scenes of the Universe: from the Higgs to Dark Matter”, la cui edizione francese ha vinto il premio “Ciel et Espace” come miglior libro di Astronomia nel 2015.