Iniziative delle Edizioni della Normale

Le edizioni della normalePresentato il 20 gennaio, a Firenze, il carteggio Cases-Timpanaro, a cura di Luca Baranelli.

Dal 5 al 7 marzo, le Edizioni della Normale saranno al London Book Fair 2006

Dal 4 all’8 maggio, le Edizioni della Normale saranno alla Fiera del Libro di Torino 2006

Libreria Martelli, Firenze

Alla presentazione del libro Cesare Cases – Sebastiano Timpanaro, Un lapsus di Marx Carteggio 1956-1990, sono intervenuti Sergio Landucci, Piergiorgio Bellocchio ed il curatore del volume Luca Baranelli.

Coordinatore Michele Ciliberto, Direttore delle Edizioni della Normale.

Brochure (PDF)

“Un lapsus di Marx. Carteggio 1956-1990“, a cura di Luca Baranelli.

Sull’importanza dei carteggi per illuminare i tratti meno appariscenti – o più segreti – di una personalità, di un clima culturale o di un periodo storico c’è ormai un unanime accordo. Naturalmente un carteggio è tanto più interessante e coinvolgente, quanto più significativi sono i suoi protagonisti. In questo volume Luca Baranelli ha raccolto e curato l’edizione di un carteggio d’eccezione, sia per i suoi interlocutori, sia per i temi che vi sono trattati. Cesare Cases è uno dei nostri massimi germanisti; Sebastiano Timpanaro è stato una delle più autorevoli figure della cultura italiana dell’ultimo mezzo secolo per i suoi numerosi e importanti lavori di filologia classica, di storia della letteratura e anche di filosofia alla quale egli ha dato contributi di particolare rilievo. Sia per l’uno che per l’altro le definizioni disciplinari appaiono comunque inadeguate di fronte alla ricchezza degli interessi teorici, etici, culturali, politici e pratici ben evidenti nelle 123 lettere che essi si scambiano tra il 1956 e il 1990.

Con argomentazioni limpide e serrate, Cases e Timpanaro rendono partecipe il lettore sia dei loro studi che delle loro predilezioni letterarie e culturali (non sempre coincidenti) per autori come Manzoni e Leopardi, Marx e Freud, Lukács e Adorno, Brecht e Th. Mann, o per grandi studiosi come Ascoli e Comparetti ai quali è dedicata l’appendice. Ma oltre ad essere un resoconto di una intensa attività scientifica ed intellettuale, il carteggio è, al tempo stesso, una sorta di laboratorio nel quale affiorano spunti e idee che si ritrovano in forma più ampia e articolata negli scritti a stampa di Cases e Timpanaro. C’è però un ulteriore, importante elemento per il quale vale la pena di leggere queste pagine: il piacere intellettuale non comune che esse suscitano, alternando ironia, umorismo, a volte sarcasmo sferzante, con il senso della fragilità umana e della pietas, con la speranza e il disincanto.

Sergio Landucci ha insegnato Filosofia morale all’Università di Firenze. Ha pubblicato, tra l’altro, Hegel: la coscienza e la storia (Firenze 1976), La contraddizione in Hegel (Firenze 1978), La teodicea nell’età cartesiana (Napoli 1986), Sull’etica di Kant (Milano 1994) e La mente in Cartesio (Milano 2002)

Piergiorgio Bellocchio, nato a Piacenza nel 1931, ha fondato e diretto i «Quaderni piacentini», rivista centrale, nonché punto di attrazione, per la cultura e l’evoluzione del pensiero politico di sinistra in Italia, a partire dalla seconda metà degli anni sessanta. Tra gli altri libri ha scritto I piacevoli servi (1966), Dalla parte del torto (1989, raccolta di elzeviri), L’astuzia delle passioni (1995).

Luca Baranelli (Siena, 1936) ha lavorato nelle redazioni degli editori torinesi Einaudi (1962-1985) e Loescher (1985-1994). Dal ’94 svolge una libera attività di consulenza e collaborazione editoriale. Ha fatto parte per molti anni del comitato redazionale dei «quaderni piacentini». Collabora con il Centro studi Franco Fortini dell’Università di Siena. Si è occupato soprattutto delle opere di Italo Calvino: ha curato i paratesti dei suoi libri negli Oscar Mondadori (Milano 1993-1997; la Bibliografia degli scritti a stampa, pubblicata nel vol. III dei Romanzi e racconti a cura di C. Milanini, M. Barenghi e B. Falcetto (ivi 1994); l’Album Calvino, insieme con E. Ferrero (ivi 1995); e un’ampia scelta delle Lettere 1940-1985 (ivi 2000). Ha inoltre curato Le parole della memo­ria. Interviste 1951-1989 di Romano Bilenchi (Firenze, Cadmo 1995); e Un poeta e altri racconti di Eugenio Colorni (Genova, il melangolo 2002).


Dal 5 al 7 marzo, le Edizioni della Normale saranno al London Book Fair 2006

Dal 4 all’8 maggio, le Edizioni della Normale saranno alla Fiera del Libro di Torino 2006