Le Edizioni della Normale al Pisa Book Festival 2008

Alla Fiera degli Editori Indipendenti all’Expo di Pisa dal 10 al 12 ottobre la casa editrice della Scuola Normale Superiore di Pisa sarà presente con le novità ed una ampia selezione dei volumi meno recenti ma di maggior richiamo. Fra le nuove uscite, il testo di Robotti e Guerra su Majorana e due importanti ristampe, le bibliografie di Garboli e Calvino. Per gli appassionati di matematica, e non solo, torna anche Principi di minimo. Forme ottimali in natura. Venerdì 10 ottobre alle 19 appuntamento con la presentazione di L’artista a Bisanzio e nel mondo cristiano-orientale. Atti del colloquio internazionale a cura di Michele Bacci.

Edizioni della Normale di nuovo in primo piano al Pisa Book Festival, che con il 2008 si sposta nella nuova sede dell’Expo di Pisa. La casa editrice della Scuola Normale Superiore di Pisa sarà presente con le ultime pubblicazioni, i classici e alcune occasioni.

Le Edizioni porteranno alla Fiera degli Editori Indipendenti il volume di Francesco Guerra e Nadia Robotti, Ettore Majorana. Aspects of his Scientific and Academic Activity, edito nel 2008 e già presentato alla Fiera del Libro di Torino, dove ha suscitato un ampio dibattito ed è stato apprezzato dal pubblico. Gli autori del testo, Guerra e Robotti, hanno inoltre recentemente ricevuto dalla Società Italiana di Fisica con il Premio per la Storia della Fisica 2008, proprio grazie all’ampia opera di ricerca riportata nel volume.

Per quanto riguarda il settore umanistico e letterario, al Pisa Book Festival 2008 sarà possibile trovare le nuove edizioni di Bibliografia di Cesare Garboli (1950-2005) di Laura Desideri e Bibliografia di Italo Calvino di Luca Baranelli. Altra ristampa molto richiesta e presente in fiera sarà quella di Principi di minimo. Forme ottimali in natura di Stefan Hildebrandt e Anthony Tromba.


Fra le novità, sia scientifiche che umanistiche, si ricordano: Mathematical Methods in Biomedical Imaging and Intensity-Modulated Radiation Therapy (IMRT), a cura di Y. Censor, M. Jiang and A.K. Louis, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Para-differential Calculus and Applications to the Cauchy Problem for Nonlinear Systems, Guy Métivier, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Optimal Transportation and Action-Minimizing Measures, Alessio Figalli, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Testi, immagini e filologia nel XVI secolo, a cura di Eliana Carrara e Silvia Ginzburg, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Submanifolds in carnot group, Davide Vittone, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Problemi di meccanica, Paolo Azzurri, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Petrarcheschi segni di memoria. Spie, postille, metafore. Andrea Torre, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Il riuso dell’antico nel Piemonte medievale, Cristina Maritano, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Ugo Bernasconi, Pensieri ai pittori, a cura di Margherita d’Ayala Valva, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Gottfried Wilhelm Leibniz, Ricerche generali sull’analisi delle nozioni e delle verità e altri scritti di logica, a cura di Massimo Mugnai, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Medioevo / Medioevi. Un secolo di esposizioni di arte medievale, a cura di Enrico Castelnuovo, Alessio Monciatti, Pisa, Edizioni della Normale 2008; Misericordie. Conversioni sotto il patibolo tra Medioevo ed età moderna, a cura di Adriano Prosperi, Pisa, Edizioni della Normale, 2007.


Fra i volumi degli scorsi anni, che hanno già riscosso notevole successo nelle vendite, e tornano disponibili quest’anno allo stand delle Edizioni della Normale, vale la pena citare: Milone Antonio, Pisa officina dei primitivi, Pisa 2004; Burnam Renée K., Le vetrate del Duomo di Pisa, Corpus Vitrearum Medii Aevi-Italia, Pisa 2002; Sebastiano Timpanaro, Francesco Orlando, Carteggio su Freud (1971-1977), Pisa 2001; Il filologo materialista, Studi per Sebastiano Timpanaro editi da Riccardo Di Donato, Pisa 2003.

Venerdì 10 ottobre alle 19 in Sala Verde inoltre le Edizioni presenteranno al pubblico il volume L’artista a Bisanzio e nel mondo cristiano-orientale. Atti del colloquio internazionale a cura di Michele Bacci. A indagare la figura e la creatività dell’artista bizantino saranno, oltre al curatore Michele Bacci, docente all’Università di Siena, Silvia Ronchey, docente di Civiltà bizantina all’Università di Siena e Marina Falla Castelfranchi, docente di Storia dell’arte paleocristiana e bizantina all’Università del Salento.

L’artista a Bisanzio e nel mondo cristiano-orientale è un volume che presenta al pubblico degli specialisti e di chi si interessa di arte e dell’evoluzione della figura dell’artista nello spazio e nel tempo la raccolta dei documenti presentati durante le due brevi ma intense giornate svoltesi presso la Scuola Normale Superiore di Pisa il 21 e 22 novembre 2003. La pubblicazione propone, infatti, una riflessione sulle pratiche di mestiere degli artisti bizantini e cristiano-orientali, sul loro rapporto con i committenti e con gli ideatori dei programmi iconografici, sulla loro cultura e alfabetizzazione e sulla loro autocoscienza. Ma la pubblicazione va oltre la dimensione individuale dell’artista a Bisanzio, per investire la storia di quel periodo storico e confrontarsi sulla controversa relazione dell’arte con il potere politico e religioso e sulla questione del senso del fare artistico.

(serena wiedenstritt)