Nel laboratorio del filologo per scoprire Vincenzo di Benedetto. Venerdì 5 dicembre

dibenedetto_2Nel laboratorio del filologo. Vincenzo Di Benedetto interprete dei classici è il titolo del convegno promosso dalla Classe di Scienze Umane della Scuola Normale che si terrà venerdì 5 dicembre alle ore 9.30 nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana a Pisa. Una giornata di studi e riflessioni per rendere omaggio a un grande conoscitore della letteratura greca, che nelle sue opere ha saputo unire una costante sensibilità letteraria e linguistica a una scrupolosa attenzione per le dinamiche storiche e sociali. Un’attitudine interpretativa e analitica che l’ha portato a occuparsi con passione anche di autori come Manzoni, Dante e Foscolo, o del rapporto tra marxismo e filologia, contribuendo a rinnovare e a consolidare un dialogo aperto con la tradizione della nostra classicità.

La giornata sarà introdotta da Michele Ciliberto, preside della Classe di Scienze Umane della Scuola Normale Superiore, e da Mauro Tulli, direttore del Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università di Pisa. A presiedere le relazioni: Luigi Battezzato (Università del Piemonte Orientale – Scuola Normale Superiore) e Maria Chiara Martinelli (Scuola Normale Superiore). Interverranno come relatori alcuni dei più stimati conoscitori della materia, provenienti da prestigiose università italiane e internazionali.

Vincenzo Di Bendetto ha studiato alla Scuola Normale fra il 1952 e il 1957 e a Oxford nel 1958. Per oltre 20 anni è stato docente di Filologia Greca alla Scuola Normale, dove ha formato una nutrita schiera di ricercatori e docenti che si sono poi contraddistinti in tutte le università del mondo. Dal 1969 fino al suo ritiro come professore emerito nel 2006 ha insegnato Letteratura Greca all’Università di Pisa. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Euripide, teatro e società (Einaudi, 1971), L’ideologia del potere e la tragedia greca (Einaudi, 1978), Sofocle (La nuova Italia, 1980) e Nel laboratorio di Omero (Einaudi, 1997). Numerose anche le edizioni e traduzioni di testi greci, mentre nell’ambito della letteratura italiana ha pubblicato, fra le altre, Lo scrittoio di Ugo Foscolo (Einaudi, 1990) e una Guida ai Promessi Sposi (Bur, 1999).