Pisa, Internet Festival 2012: gli appuntamenti alla Scuola Normale per discutere di Rete e futuro

L’Internet Festival (“IF”) approda a Pisa e dal 4 al 7 ottobre in 12 location diverse la città sarà animata da oltre 100 eventi, incontri, confronti, spettacoli, esperienze, laboratori. Una occasione per analizzare, usare e appropriarsi di Internet e delle possibilità offerte dalla rivoluzione tecnologica. Il festival è organizzato dalla Fondazione Sistema Toscana, promosso da Regione Toscana, Comune di Pisa, Cnr, Registro.it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa, Università di Pisa, Scuola Normale, Scuola Superiore Sant’Anna, Associazione Festival della Scienza.

Questi gli eventi alla Scuola Normale nella Sala Azzurra (Palazzo della Carovana, Piazza dei Cavalieri 7) e in Aula Ulisse Dini (Palazzo del Castelletto, Piazza del Castelletto):

Digital Agenda Day, 5 ottobre, ore 10, Sala Azzurra. È prevista la partecipazione ai dibattiti di Rita Forsi, Direttore Generale ISCOM del Ministero dello Sviluppo Economico, del prof. Enzo Valente, Direttore GARR, Rete Italiana dell’Università e della Ricerca, di Roberto Sabella, Resp. Innovazione e Tecnologia, Ericsson Italia. Modereranno il prof. Stefano Giordano, Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Università di Pisa, e Flavia Marzano, Presidente dell’associazione “Stati Generali dell’Innovazione”.

Prima Pietra: Aula Dini, 5 ottobre, ore 15. Il progetto collaborativo di assistenza, ricerca clinica e teleriabilitazione “PRIMA PIETRA” (Programma di Ricerca, Integrazione, Miglioramento, Assistenza e formazione Per l’Innovazione dei servizi E delle Tecnologie di Riabilitazione dell’Autismo) ha lo scopo di monitorare in epoca precoce l’eventuale rischio d’insorgenza di disturbi dello spettro dell’autismo e di arrivare ad una diagnosi precoce e ad un trattamento tempestivo ed efficace.

Open Big Data: Sala Azzurra, 5 ottobre, ore 15,30. Evento a cura di CNA sullo stato dell’arte e obiettivi futuri delle iniziative di rilascio e sfruttamento di dati aperti (Open Data) nella Pubblica Amministrazione italiana e sulla situazione attuale e prospettive del Data Economy in Italia. Il primo panel “Open data, situazione delle PA”, introdotto da Lorenzo Benussi, coinvolgerà alcune PA che stanno contribuendo concretamente alla diffusione delle iniziative sul tema. Introdotto da Vincenzo Patruno, il secondo panel – “Data Economy, prospettive di mercato” – descriverà le potenzialità di sviluppo del mercato italiano coinvolgendo attori istituzionali e imprenditoriali che stanno contribuendo alla sua espansione.

Geomemories. Le geografie della memoria: Aula Dini, 5 ottobre, ore 15. Presentazione a cura di Andrea Marchetti, Wafi-Group (Iit-Cnr), del nuovo strumento per lo studio della storia del territorio italiano dalla fine del XIX secolo fino ai giorni nostri. Geomemories è uno straordinario atlante storico-geografico d’Italia, disponibile su piattaforma web 2.0, che permette di viaggiare nella dimensione sia spaziale che temporale, integrando dati multimediali provenienti da archivi o da contributi sociali. Il progetto nasce dalla collaborazione dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa con l’Aerofototeca Nazionale, volta a rendere accessibile a tutti, attraverso il web, l’enorme patrimonio fotografico di questo archivio storico. Geomemories ha l’ambizione di diventare un punto di raccolta e riferimento per le memorie storiche collettive in un sistema accessibile a tutti e aperto al contributo di tutti.

Net Activism. Campagna Non con i miei Soldi: Aula Dini, 5 ottobre, ore 16. Questo evento vuole fare il punto sull’utilizzo del web da parte dei nuovi attivisti, quali strumenti? Quali strategie di comunicazione e interazione? Quali sbocchi alternativi per chi cerca di porre rimedio agli squilibri della macchina finanziaria? La crisi in atto ha drammaticamente spinto la questione finanziaria al centro della contesa per un futuro migliore e più etico. Non è un caso che il movimento maggiormente noto di questo biennio sia partito proprio dall’occupazione altamente simbolica di Wall Street. Un movimento che vive in rete e che dall’orizzontalità di internet ha mutuato le proprie forme organizzative. Intervengono Mauro Meggiolaro, Ugo Biggeri, Marloes Nicholls, Luca Nicotra, Darren Fleet.

NETNOGRAFIA: antropologia e web al servizio di reputazione, processi di co-creazione e smart city: Aula Dini, 5 ottobre, ore 10. Con Adam Arvidsson Alessandro Caliandro e Alex Giordano, un incontro sulla metodologia di ricerca e d’analisi netnografica. Con l’avvento del Web 2.0, Internet è divenuto il luogo preferito dai consumatori per scambiarsi informazioni su marchi e prodotti esprimendo valutazioni, critiche, modifiche d’uso, possibili miglioramenti e innovazioni per i brand e per i prodotti. La ricerca netnografica riesce ad imporre tecniche di osservazione dirette e non intrusive delle conversazioni, di tutto il passaparola generato online dall’utenza rispetto ad un argomento specifico, ad un brand o ad un prodotto. L’obiettivo è definire contorni netti attorno agli ambienti della rete in cui le web tribe si esprimono, al fine di raccogliere basi di dati e insight qualitativi e oggettivi da tradurre in soluzioni utili a potenziare la propria offerta commerciale .

Storming Pizza: come reinterpretare il colloquio di lavoro: Aula Dini, 5 ottobre, ore 18. Lo Storming Pizza è il modo di H-Farm di interpretare il “colloquio di lavoro”. Si tratta di un momento di presentazione, condivisione e discussione. Si parla di startup digitali. Di idee di business innovative. Si parla di web. Nasce come evento interno: un momento di riflessione sulle novità del web, un’occasione per proporre spunti interessanti e suggerire idee di business. Per approfondire i progetti presentati e allo stesso tempo per spiegare il modello di investimento di H-Farm. Il tono è assolutamente informale (come del resto il clima in H-Farm) ma non bisogna farsi ingannare poiché l’evento è invece molto professionale. Ad ogni appuntamento vengono presentate 3 o 4 idee: 6 minuti di presentazione, 15 minuti di Q&A e alla fine discussione libera. Le selezioni avvengono periodicamente o nella sede di H-Farm o in giro per l’Italia.

Futuri Digitali – Brainstorming a cura della Commissione Europea, Sala Azzurra, 6 ottobre, ore 10: Futuri Digitali è un esercizio di visioning partecipativo finalizzato all’elaborazione degli scenari del 2050 e ‘percorsi’ di politiche, sostenuti dai progressi a lungo termine delle ICT, aperto a tutti per favorire l’interscambio. Il brainstorming verrà condotto da Franco Accordino, leader della Task Force “Futuri Digitali” della Commissione Europea.

Smart city: da sogno a realtà: Aula Dini, 6 ottobre, ore 11.30. Uno dei maggiori esperti di cittadinanza digitale, uno dei più visionari artisti che si è interrogato sul vivere urbano a misura digitale e uno dei più innovatori giornalisti esperto di strategie tecnologiche applicato al mondo dell’informazione, discutono di piattaforme social, wiki e cloud, coworking e crowdsourcing, “civic media” e politica, strumenti e servizi intelligenti al servizio del cittadino del futuro, mettendo a fuoco le nuove frontiere del vivere “smart” perché il sogno di una città digitale, partecipata, vivibile, sostenibile, efficiente, connessa e replicabile, diventi realtà. A moderare l’incontro Massimo Russo, giornalista “eretico digitale”, instancabile osservatore dell’impatto che il nuovo mondo digitale ha sulla società, sull’economia e sui media. Speakers: Kael Greco, Michele Vianello e Michele Mezza.

Liquid web: Aula Dini, 6 ottobre, ore 15,30. Liquidweb è la startup vincitrice del premio UpStart alla 6° edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione, organizzato da Confindustria Salerno il 28 e 29 giugno 2012. Liquidweb ha dato attuazione ad un sogno antico: usare il pensiero per muovere gli oggetti. Un prodotto di grande impatto, che supera l’aspetto scenografico che lo contraddistingue e ce lo fa apprezzare per la sua capacità concreta di aprire grandi prospettive a persone con disabilità gravi.

In salute con i social media: Aula Dini, 6 ottobre, ore 16,30. Una Discussione sull’uso dei social media per la promozione della salute tra casi di successo e opportunità :dati, insegnamenti ripetibili, prospettive di sviluppo del settore, aspettative per l’immediato futuro. Intervengono Giovanna Marsico, Marcello Pacitti, Giuseppe Fattori, Elena Pirofalo, M. Claudia Buzzi.

Mettere un like alla politica – Social Network, democrazia digitale e le nuove forme di (comunicazione) politica: il 6 ottobre, ore 16 in Sala Azzurra avrà luogo un dibattito sul rapporto tra nuove tecnologie e gli equilibri di potere comunicativo tra politici, media e cittadini, sia nei momenti elettorali che nei momenti di governo. Le nuove tecnologie sono il luogo nel quale la politica può davvero diventare migliore e creare una sfera pubblica più informata, partecipe, addirittura più democratica? O la facilità di accesso e di partecipazione, la mancanza di regole chiare e condivise di comportamento, rischia di generare o alimentare derive populiste e semplificanti? Per giornalisti, politici, consulenti, manager pubblici la domanda diventa quali sono le forme/modalità di democrazia digitale che possono essere progettate per migliorare i molteplici aspetti della politica che verrà. E quali sono gli strumenti – dalle infrastrutture ai social network – che possono essere utilizzati per essere più efficace, più soddisfacente per tutte le parti in causa, e perché no, più “piaciuta”.

LoveAbility: dove ci sono persone, c’è VITA: Aula Dini, 6 ottobre, ore 16. Maximiliano Ulivieri presenta LoveAbility, un progetto di portale web che racchiude storie, testimonianze ed esperienze ed agevola il contatto, le reciproche conoscenze e la relazione tra persone, sia disabili che normodotate. LoveAbility nasce dall’esigenza di promuovere un cambiamento culturale e di superare le barriere culturali e fisiche che possono ostacolare il diritto e l’aspirazione ad una normale vita relazionale e affettiva da parte delle persone con disabilità che, come le altre e più delle altre, hanno bisogno non solo di assistenza ma anche di amare e di essere amate. Lo sviluppo delle tecnologie ha consentito, soprattutto ai disabili sensoriali, di comunicare più agevolmente. LoveAbility potrà consentire a tutti i disabili di superare l’isolamento e a tutte le persone (anche normali) di raccontarsi, di piacersi, di incontrarsi e condividere vissuti, sentimenti ed esistenze. La finalità di LoveAbility è di dare a tutti gli strumenti per diventare abili ad amare ed essere amati e ad amare ed essere amati come si vorrebbe, non solo come si può.

La Cura. Presentazione e progetto di Salvatore Iaconesi: Aula Dini, 6 ottobre, ore 16.30. Un Open talk per presentare “La cura” ed “Emergenze”, interventi di Salvatore Iaconesi. Il secondo è composto da una installazione e da una performance capaci di proporre in maniera radicale e innovativa alcuni scenari della città del futuro. Verrà mostrato uno scenario futuro, usando le informazioni in real-time della città di Pisa, adesso. Un futuro portato nel presente, per mostrare come sia già possibile e per prepararci tutti, in maniera divertente, emozionante e, soprattutto, suggestiva e generatrice di immaginario, a prepararci alla trasformazione, ad averci a che fare, ad assumere un ruolo attivo, etico e creativo nella sua formazione. La performance di Emergenze sarà una sorta di telegiornale del futuro. Forzando il termine “telegiornale”, che si immagina ovviamente trasformarsi in maniera radicale nei prossimi anni, verrà proposto un TG in “tempo-reale” di Pisa del 2015, usando però i dati aperti (Open Data e dati provenienti dai social network) disponibili adesso, durante la performance.

La buona alimentazione online: Sala Azzurra, 7 ottobre, ore 9.30. Un momento di confronto diretto con la popolazione su alcuni aspetti che riguardano fatti e misfatti della comunicazione online che si occupa di alimentazione. Il legame tra alimentazione e malattie del mondo moderno (obesità, diabete), i disturbi del comportamento alimentare , i consigli per un regime alimentare sano saranno discussi tenendo conto di come sia importante sapersi orientare nella Rete, per non cadere in trappole. Sostenibilità alimentare e social network come spazi in cui diluire le proprie tensioni e condividere problemi e speranze saranno alcuni tra i temi presi in considerazione negli interventi degli studiosi e nella discussione aperta al pubblico. Parteciperanno il prof. Piero Marchetti, le dott.sse Katia Nardi, Loretta Pennacchi, Stefania Vezzosi. L’incontro è promosso dal Corso di Laurea in Dietistica dell’Università di Pisa, all’ANDID (Associazione Nazionale Dietisti) e patrocinato dalla facoltà di Medicina dell’Università di Pisa e dall’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana.

L’evento sarà preceduto da APP’n FOOD -Presentazione di Health book: una app per la dieta mediterranea e Recipes: una app per condividere.

L’ingresso al festival è libero e per maggiori informazioni e dettagli su orari e location degli eventi si può consultare il sito ufficiale: www.internetfestival.it.