Gli archivi della musica in un convegno di tre giorni a Lucca

 

Palazzo Ducale, a Lucca, sede dell'evento

Palazzo Ducale, a Lucca, sede dell’evento

La Scuola Normale Superiore organizza a Lucca, a Palazzo Ducale, tre giornate dedicate agli archivi della musica. Da giovedì 26 a sabato 28 giugno, alcune delle migliori esperienze di archiviazione e digitalizzazione di testi,  partiture, libri corali e molti altri documenti sulla storia della musica, saranno presentati da esperti provenienti da istituzioni culturali del territorio, italiane ed europee. Una scelta, quella di Lucca come sede dell’iniziativa, che si inquadra nella prospettiva di creare proprio nella Lucca di Puccini e Boccherini un grande centro che riunisca gli archivi musicali e li colleghi agli archivi storici.

La giornata del 26 giugno si apre alle 16.30 con gli interventi del senatore Andrea Marcucci e delle autorità locali (il prefetto Giovanna Stefania Cagliostro, il sindaco Alessandro Tambellini, il presidente della Provincia Stefano Baccelli, la Segretaria Generale dei Circoli UNESCO Anna Teresa Rondinella, il Direttore Istituto Musicale Luigi Boccherini Gian Paolo Mazzoli, e ancora Arturo Lattanzi Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Alberto Del Carlo Presidente Fondazione Banca del Monte di Lucca, Antonio Rostagno Università di Roma La Sapienza, Antonio Romiti Presidente dell’Istituto Storico Lucchese). A illustrare il senso e le finalità dell’iniziativa il responsabile scientifico del progetto, Benedetto Benedetti, della Scuola Normale Superiore.

Al termine della presentazione la “lezione” inaugurale del musicologo Antonio Rostagno: “Musicologi in archivio”. Si prosegue poi nei due giorni successivi con interventi  sulle “Esperienze di Valorizzazione e Digitalizzazione del Patrimonio Musicale” (il 27 giugno a partire dalle ore 9), e con quelli sugli “Archivi della Musica a Lucca” (il 28 giugno, a partire dalle 9.30). L’evento, aperto a tutto il pubblico interessato, si inserisce nel progetto europeo sugli archivi ENArC (European Network on Archival Cooperation), di cui la Scuola Normale è partner.

Pisa, 23 giugno 2014