La Canonica diventa una delle sedi della Biblioteca

DSC_3803La Scuola Normale Superiore ha una ulteriore sede per la propria Biblioteca. Oltre al Palazzo della Carovana, al Palazzo dell’Orologio e al Palazzo del Capitano, anche il Palazzo della Canonica ospiterà una importante sezione di libri e fondi.

Si tratta, per ora, di un’ampia ala situata al piano terra dell’antico edificio, che Vasari aveva destinato originariamente alla residenza dei cavalieri-sacerdoti dell’ordine di Santo Stefano, in Piazza dei Cavalieri. In questa parte della Canonica sarà ospitata la sezione di Scienze. Sottoposta a una opera di ristrutturazione da due anni (oltre 830mila euro il costo dei lavori), questa parte della Biblioteca consiste in una quindicina di ampi locali in cui gli studenti potranno studiare e consultare libri con il metodo “a scaffale aperto”, ovvero a consultazione diretta, tipico della Biblioteca della Normale. Oggi l’inaugurazione ufficiale con il Direttore della Normale, Fabio Beltram, il Presidente della Biblioteca Claudio Ciociola, il sindaco Marco Filippeschi.

Presso il Palazzo del Capitano, che corre lungo via Ulisse Dini (l’entrata è in via del Castelletto) è stata ristrutturata inoltre l’ala San Felice (254mila il costo dell’operazione). Adesso questa sezione consiste di 12 uffici, una sala per riunioni o piccoli seminari ed una stanza per la conservazione del materiale non in libero accesso. Proprio al Capitano una apposita sala al terzo piano conterrà la donazione Ciampi. Il Presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, infatti, ha regalato alla “sua” Scuola Normale le onorificenze ricevute durante il mandato da Presidente della Repubblica, insieme allo stendardo presidenziale. Le onorificenze rappresentano tutte quelle che Carlo Azeglio Ciampi ha ricevuto da altri Capi di Stato e autorità nel settennato 1999-2006 e provengono da 40 paesi: medaglie, croci al merito e altri riconoscimenti di grande valore istituzionale.

IMG_20160623_145126IMG_20160623_145216IMG_20160623_145315

 

 

 

 

 

Ciampi ha sempre ritenuto di avere un debito nei confronti dei maestri che ebbe modo di conoscere alla Normale: negli anni in cui fu allievo vi insegnavano, tra gli altri, intellettuali come il filologo Giorgio Pasquali, il filosofo Guido Calogero, lo storico Delio Cantimori.  Ma l’ex allievo, come avviene anche adesso, fu particolarmente grato a quel clima di continuo scambio e confronto che costituisce la vita collegiale alla Normale, una sorta di humus propedeutico alla crescita intellettuale degli studenti. Una “Scuola dell’Uomo”, ha definito Ciampi la Normale in una toccante lettera indirizzata al direttore Fabio Beltram, in cui “il rigore è il sigillo della Casa; il merito, l’unica discriminante. Chi vi accede, oggi come ieri, deve esserne consapevole: non sono risparmiati sacrifici; non sono date scorciatoie”. Con il completamento di questa tranche di interventi si chiude una fase fondamentale di un percorso di riconfigurazione degli spazi della Biblioteca della Scuola Normale. Il progetto prevede importanti novità, tra cui il nuovo ingresso della Biblioteca, non più al piano terra del Palazzo della Carovana, ma al piano terra del Palazzo della Gherardesca, dove, sul lato sinistro, verrà allestito il servizio di accoglienza mentre la parte destra è stata recentemente destinata allo spazio museale Torre del conte Ugolino.

 

I numeri della Biblioteca

Affluenza utenti 2015:

  • presenze medie giornaliere (Carovana) = 229,71
  • presenze medie giornaliere (Capitano) = 45,31
  • media ore di apertura al giorno (Carovana) =11:53
  • media ore di apertura giorno (Capitano) = 10:16

Collezioni

  • Circa 1.000.000 volumi
  • Periodici cartacei: circa 7.100, di cui attivi circa 1.740
  • Periodici elettronici: circa 26.000, tra titoli ad accesso riservato e titoli ad accesso gratuito
  • Banche dati: 46
  • La collezione occupa circa 17.000 metri lineari di scaffalature, su oltre 20.000 attualmente disponibili. Prestiti erogati nel 2015: 22.052

Pisa, 24 giugno 2016