Si chiama PoKScuolaDigitale.it. Creata da ex studenti della Normale sarà gratuita per tutto il periodo di chiusura delle scuole. 1000 video-lezioni animate per coprire 13 discipline di studio, che seguono da vicino i programmi ministeriali.

Pisa, 13 marzo 2020.

Scuole chiuse in tutta Italia fino al 3 aprile per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, ed è già partita la corsa per dotare studenti e insegnanti degli strumenti necessari per la didattica a distanza via internet.

Tra i progetti più interessanti che hanno visto la luce in questi giorni c’è PoKScuolaDigitale.it, una nuova piattaforma di didattica online per le scuole secondarie di II grado. Appena sbarcata in Italia, la piattaforma ha immediatamente aderito all’iniziativa Solidarietà Digitale, lanciata da AGID+MID, per aiutare il Ministero dell’Istruzione e le scuole su tutto il territorio nazionale in un momento così delicato, offrendo gratuitamente l’accesso completo a tutti i suoi contenuti a tutti gli utenti che effettueranno la registrazione alla piattaforma fino al 3aprile.

PoK è l’acronimo di Power of Knowledge, il potere della conoscenza, un’espressione inglese che - spiegano i responsabili del progetto Luca Sbordone e Federica Della Grotta, ex allievi del corso ordinario della Scuola Normale, dal 2006 al 2011- riassume la filosofia e la missione di questa iniziativa. Con la sua proposta di didattica innovativa, infatti, POK Scuola Digitale si propone di avvicinare gli studenti al piacere dello studio, grazie a un linguaggio giovane e diretto, e di offrire agli insegnanti uno strumento completo per rendere finalmente realtà la scuola digitale. La sfida? Stimolare il pensiero analitico, l’amore per le scienze e la cultura italiana e mondiale, e dimostrare che è possibile fare didattica di qualità che sia anche divertente e smart.

Le circa 1000 video-lezioni animate di PoK coprono 13 discipline di studio e seguono da vicino i programmi ministeriali. Precise e divertenti, le video-lezioni sono il frutto della collaborazione di artisti dell’animazione ed esperti internazionali, provenienti da università prestigiose, come la Scuola Normale Superiore di Pisa o la University of Cambridge. E non solo: con ogni video, quiz interattivi, mappe concettuali, link a risorse esterne. Inoltre, la possibilità di prendere e scambiare appunti, e interagire con gli altri utenti attraverso una community attiva e classi virtuali personalizzabili. E così, con un click è possibile navigare dalla filosofia di Platone all’Inferno di Dante, passando per l’aoristo e la termodinamica. Uno strumento fondamentale e di sicuro impatto, che permetterà di assicurare continuità didattica alle centinaia di migliaia di studenti delle scuole superiori, molti dei quali prossimi agli esami di maturità, costretti a casa dall’emergenza sanitaria.

Una mole impressionante di contenuti multimediali e interattivi, insomma, pensati appositamente per la scuola italiana, e a disposizione gratuitamente fino al 3 aprile di tutti gli utenti che si registreranno al sito Pokscuoladigitale.it. Una buona notizia, non solo in tempi di emergenza Coronavirus e scuole chiuse, ma anche nell’ottica più generale del contributo che piattaforme come POK offrono alla digitalizzazione dell’istruzione in Italia.