Atassia di Friedreich. Finanziato un progetto di ricerca di Annalisa Pastore

Annalisa Pastore si aggiudica un finanziamento nell’ambito dei progetti PRIN 2017 di oltre mezzo milione (587mila euro). “The role of frataxin in iron-sulphur cluster biogenesis” il titolo del progetto, che ha come fine la comprensione a livello molecolare e cellulare del ruolo della proteina responsabile della malattia neurodegenerativa chiamata  “atassia di Friedreich”. La Professoressa Pastore, ordinario di Biologia molecolare della Scuola Normale, è arrivata a Pisa solo recentissimamente (ottobre 2018) ma lavora su questo argomento dal 1996, anno in cui il gene responsabile della malattia è stato identificato.

Il progetto finanziato dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca comprenderà una parte molecolare in cui le proprietà di una proteina specifica, la fratassina, saranno studiate in dettaglio per capire il suo ruolo nella biogenesi di un piccolo gruppo prostetico coinvolto nel rifornimento di elettroni alla cellula. In parallelo, il gruppo studierà i meccanismi che determinano il progresso della malattia per comprendere quali sono le variabili primarie e quelle secondarie.

Per la realizzazione della seconda parte del progetto, la professoressa Pastore porterà alla scuola Normale e più in generale a Pisa, tecniche di avanguardia che permettono gene editing trasferendo la sua expertise dalle istituzioni italiane ed estere con cui ha collaborato prima di arrivare a Pisa.

La prof.ssa Pastore coordinerà un gruppo di ricerca che vede coinvolte unità delle Università Parma, Milano,  e del CNR di Roma.